QR code per la pagina originale

Mondadori e Google, un patto per gli e-book

Google e Mondadori hanno siglato un accordo per portare poco alla volta l'intera offerta Mondadori su Google Books e Google eBooks.

,

«Mondadori e Google hanno siglato un accordo grazie al quale il catalogo di titoli italiani trade del Gruppo Mondadori sarà disponibile a livello mondiale in formato elettronico su Google Books e Google eBooks». Con questo annuncio Mondadori ufficializza la propria partnership con Google, estendendo così la portata del fenomeno e-book anche in Italia ove fino ad oggi s’era tanto parlato di device quanto poco di contenuti.

Mondadori specifica che l’accordo porta immediatamente l’archivio Mondadori su Google Books, mentre per Google eBooks occorrerà aspettare il prossimo anno quando il servizio sbarcherà ufficialmente anche in Europa. E sarà fin da subito un lancio in grande stile, perché i numeri Mondadori garantiscono fin da subito una massa di titoli di tutto interesse: «Il catalogo trade del Gruppo Mondadori (Edizioni Mondadori, Einaudi, Sperling & Kupfer e Edizioni Piemme) comprende più di 10.000 titoli, di cui 1.600 già disponibili in versione ebook. Tutti i titoli del catalogo entreranno progressivamente nel programma Google Books».

Commenta Maurizio Costa, amministratore delegato di quello che è il gruppo leader per il mercato librario italiano: «La partnership con Google rappresenta a tutti gli effetti una conferma della volontà di crescita e ricerca dell’innovazione perseguita da Mondadori. Coerentemente con questa visione abbiamo deciso di entrare su una piattaforma autorevole come quella di Google, sia per offrire la preview dei nostri titoli, sia per rendere disponibili all’acquisto la consistente offerta delle nostre case editrici. L’accordo siglato con Google rappresenta certamente per il nostro Gruppo un’occasione importante per diffondere su larga scala la qualità dei nostri contenuti e della nostra produzione editoriale».

«Il nostro auspicio», spiega invece Santiago de la Mora, Responsabile Google Books EMEA, «è che Google eBooks serva da stimolo al comparto dei libri online e grazie alla collaborazione con editori importanti come Mondadori possiamo raggiungere questo obiettivo». Ma l’auspicio è anche un altro: Google intende imporre la propria offerta su quelle concorrenti, riuscendo così ad imporre i propri device ed il proprio marketplace prima che Amazon, Apple, Telecom Italia o chi altri possano conquistare una fetta di mercato dominante.