QR code per la pagina originale

Facebook analizza gli Status Update

Lo staff di Facebook ha ricavato alcune informazioni sulle abitudini degli utenti partendo dai relativi aggiornamenti di stato

,

Sono diversi milioni gli aggiornamenti di stato che quotidianamente riempiono le pagine di Facebook. Quella che è una delle funzionalità più utilizzate dagli iscritti al social network si è rivelata una comoda via per studiare alcune abitudini e tendenze degli utenti: lo staff di Facebook ha infatti analizzato circa un milione di update provenienti da account (di lingua inglese) al fine di rilevare alcuni dati da mandare in pasto ai calcolatori al fine di fornire un tracciato dei trend maggiormente in voga in funzione di alcuni parametri.

Una volta filtrati i dati sensibili, le parole immagazzinate sono state distribuite in 68 differenti categorie in base alla funzione grammaticale da esse assunta (nomi, pronomi, verbi, articoli) o del concetto emotivo espresso (felicità, tristezza e più in generale emozioni positive o negative). Al termine dell’elaborazione le informazioni sono state di grande utilità per comprendere alcuni fenomeni: i giovani, ad esempio, sono quelli che mostrano la maggiore tendenza a pubblicare aggiornamenti legati ad emozioni negative, si riferiscono spesso alla propria persona e parlano frequentemente di scuola.

Esiste una sensibile differenza anche in funzione del numero di amici che ogni persona possiede su Facebook. Man mano che tale numero cresce, gli aggiornamenti di stato iniziano ad aumentare in lunghezza, ad assumere forma e tono diversi rispetto a quelli pubblicati da persone con un basso numero di amici e gli argomenti trattati iniziano a toccare maggiormente le altre persone, familiari inclusi. Tra gli altri argomenti di discussione maggiormente frequenti figurano anche sport e musica.

Gli aggiornamenti di stato sono chiaramente legati anche al periodo della giornata in cui vengono pubblicati, risultando così fortemente influenzati da tale fattore: il trend rilevato dallo staff di Facebook mostra come ad esempio gli aggiornamenti legati al sonno abbiano una frequenza maggiore durante la notte e nelle prime ore del giorno, calando sensibilmente nel resto della giornata. Al contrario, i temi legati alle proprie attività risultano maggiormente frequenti durante la mattina ed il pomeriggio. Allo stesso modo lo status emotivo degli utenti è collegato al momento della giornata in cui si scrive: al mattino si è tendenzialmente più felici, con tale sentimento che scema nel corso della giornata.

L’aggiornamento di stato non è poi legato solo alla propria persona, ma risulta essere la via principale per interagire con gli altri. Non poteva mancare dunque un’analisi del modo in cui gli altri si confrontano con gli aggiornamenti dei propri amici attraverso il celeberrimo pulsante “Mi Piace” ed i commenti. I post più gettonati sono quelli legati ad esperienze ed emozioni positive, con un numero di click più alto rispetto agli altri aggiornamenti. Al contrario, però, i commenti risultano essere più frequenti negli status update che esprimono emozioni negative.

Fonte: Facebook Data Team • Notizie su: