QR code per la pagina originale

iPad 2: previste 65 milioni di unità nel 2011

Apple ha prenotato per il 2011 ben 65 milioni di schermi per iPad 2, ben oltre le previsioni di 40-45 milioni finora delineate

,

L’iPad 2 potrebbe essere venduto in quantità ben superiori rispetto a quanto previsto dagli analisti. È notizia di poche ore fa la possibile introduzione di una terza versione dell’iPad a fianco delle due antecedenti (alla Wi-Fi only ed alla 3G per GSM si affiancherebbe anche la 3G per CDMA), ma già Digitimes rilancia con nuove novità. Ancora una volta le fonti sono elementi vicini ai produttori in partnership con Apple, ed in questo caso a rientrare nei rumor di fine anno sono le cifre provenienti da LG, Samsung e Chimei Innolux (CMI).

Apple, infatti, avrebbe ordinato per il 2011 una produzione pari a circa 65 milioni di schermi. 35 milioni sono stati ordinati a LG Display, mentre ulteriori 30 sono stati affidati a Samsung e CMI. Tale cifra è di grande importanza poiché indica da parte di Cupertino attese estremamente ottimistiche circa l’andamento del prossimo iPad sul mercato. Le stime antecedenti indicavano un quantitativo di iPad 2 pari a circa 40-45 milioni di unità, ma i nuovi rumor raccolti da Digitimes costringono a spingere l’asticella verso l’alto. I nuovi numeri sembrano ora dar ragione alle fonti che avevano già confidato a Digitimes anzitempo una proiezione pari a 6 milioni di unità vendute ogni mese (un ritmo doppio, quindi, rispetto alle ultime settimane del 2010)

Nel mese di novembre Apple avrebbe avuto a disposizione circa 3 milioni di schermi e con le forniture di dicembre il gruppo conta di riuscire ad evadere tutti gli ordini in arrivo da qui ad inizio anno. Si prevede poi un certo rallentamento con l’approssimarsi alla primavera, quando il gruppo dovrebbe annunciare e distribuire l’iPad 2 per un nuovo rilancio del tablet già oggi dominante.

Apple controlla oggi il mercato e potrebbe non avere grossi rivali ancora per qualche tempo. Gli ordini di schermi effettuati per i mesi a venire indicano non solo forte ottimismo, ma anche una certa volontà di saturare il mercato prima che nuovi nomi possano affacciarsi nel mondo dei tablet per fare la voce grossa contro la mela. Il fatto che oggi il primo rivale sia proprio un Samsung (Samsung Galaxy Tab, con sistema operativo Android) potrebbe del resto non essere un dettaglio di scarsa importanza.

Per l’anno venturo è previsto un forte brulicare di nuove iniziative nel settore. Fin dal prossimo CES 2011 (Las Vegas, 6-9 gennaio) giungeranno gli annunci relativi ai device pronti a far capolino l’anno venturo ed in questa sede dovrebbero elargire le proprie promesse soprattutto Microsoft e Motorola, le quali hanno già prenotato un posto sotto i riflettori. L’iPad 2 dovrebbe essere annunciato poche settimane più tardi e la nuova generazione del tablet di Cupertino già promette importanti novità (schermo antiriflesso, connettività USB, doppia videocamera ed altro ancora).

Il 2010, insomma, si chiude pieno di promesse. Ma non tutti, nel 2011, potranno mantenerle con il medesimo successo.

Fonte: Digitimes • Immagine: Kominyetska • Notizie su: