QR code per la pagina originale

Ubisoft, via i DRM dai giochi PC, ma non per Assassin’s Creed: Brotherhood

Ubisoft ripensa il suo sistema di protezione DRM per i titoli pubblicati su PC

,

Dopo una serie interminabile di polemiche che si sono protratte negli ultimi mesi, Ubisoft sembra aver deciso di rimuovere, tramite una patch, la protezione che obbliga i giocatori ad essere costantemente connessi a Internet mentre eseguono la versione PC di alcuni dei suoi titoli più celebri. Dalle prime informazioni, sia Assassin’s Creed 2 che Splinter Cell: Conviction sono già stati “alleggeriti” dalla gravosa protezione.

Non si tratta, tuttavia, di una clamoroso ripensamento da parte del publisher francese, ma di una mossa che era stata preventivata sin dall’inizio. L’inserimento o meno dell’impopolare DRM, d’ora in poi, verrà deciso e attuato caso per caso.

Ubisoft infatti ritiene che queso tipo di protezione sia necessaria, soprattutto per i giochi più famosi, sui quali si concentra l’offensiva della pirateria. I titoli PC che usciranno nei prossimi mesi, tra i quali va senz’altro citato l’imminente Assassin’s Creed: Brotherhood, potrebbero quindi ancora contenere la pesante limitazione della connessione continua obbligatoria.

Notizie su: