QR code per la pagina originale

Ryan Babel, autogol su Twitter

Ryan Babel ha caricato su Twitter un'immagine ironica dell'arbitro Webb, ma ora rischia la squalifica della Federcalcio inglese

,

Un incauto messaggio su Twitter potrebbe costar caro all’attaccante del Liverpool Ryan Babel. Il giocatore, spesso nel mirino anche delle squadre italiane quando le sirene del calciomercato iniziano a suonare, ha infatti postato un fotomontaggio poco elegante nei confronti dell’arbitro Howard Webb (l’arbitro dell’ultima finale dei Mondiali in Sudafrica) ed il suo tweet ha portato all’immediato deferimento.

Il messaggio di @RyanBabel ha portato online la reazione del giocatore dopo l’ultima partita giocata contro il Manchester United, sfida nella quale l’arbitro ha intrapreso alcune decisioni opinabili rivelatesi fondamentali ai fini del risultato finale (terminata 1-0). Con il Liverpool in crisi di identità (cacciato l’ex-allenatore Roy Hodgson in attesa di ospitare nuovamente in panchina il suo predecessore Rafa Benitez) e con un Babel non nuovo ad uscite “spontanee” sul proprio account, il nuovo incidente potrebbe ora costare al giocatore una squalifica che lo terrebbe lontano dal campo di gioco in un momento tanto delicato. Babel ha ora pochi giorni per motivare le proprie azioni e cercare la grazia della Federcalcio inglese. La Premier è un’industria ben rodata e con questa questione dovrà stabilire un precedente: social network e mondo del pallone devono ancora trovare un giusto equilibrio sul quale costruire ulteriore business senza però mettere in discussione quelle che sono le dinamiche sportive e comportamentali del torneo.

Babel ha immediatamente rimosso il proprio fotomontaggio (una foto dell’arbitro Webb con la maglia del Manchester United), ma i retweet non perdonano e l’immagine si è presto moltiplicata online fino ad arrivare ai rotocalchi cartacei inglesi. A frittata fatta, Babel tenta di porre rimedio porgendo le proprie scuse:

Ryan Babel

Il messaggio di scuse di @RyanBabel

Fonte: The Sun • Notizie su: