QR code per la pagina originale

2011: anno di rincari per l’ADSL italiana

,

Righe che purtroppo non avrei voluto mai scrivere, ma è oramai un dato di fatto che il 2011 porterà consistenti rincari sugli abbonamenti ADSL nostrani, soprattutto per i vecchi clienti che non possono usufruire delle aggressive promozioni offerte ogni mese dai vari provider italiani.

Dopo aver anticipato i rincari di Tiscali e Infostrada causati dall’aumento del canone dell’unbundling voluto dall’AGCOM, ecco arrivare ulteriori aumenti.

È il turno questa volta di TeleTu che rincara anche lei di 2? la propria offerta base che da 19,90? sale a 21,90? al mese. Stesso rincaro anche per l’offerta Tutto Incluso che sale da 29,90 a 31,90?.

Ma se questi aumenti erano prevedibili, e li troveremo presto anche sui molti piccoli provider italiani, meno atteso era il rincaro di 1? di Telecom Italia.

Già, l’offerta Alice Tutto Incluso passa da 45 a 46?. Ufficialmente il motivo del rincaro è da ricercarsi nell’offerta che oggi include gratuitamente un antivirus per l’utente. Motivazione però che ha fatto decisamente storcere il naso ai clienti.

Tra i big chi resiste al momento è Fastweb, ma prima o poi probabilmente anche lei dovrà alzare il canone.

Dunque alla fine avevano ragione gli operatori alternativi, l’aumento dell’unbundling ha portato solo a rincari che in un periodo economico non certo florido, non vanno certamente bene.

Unico modo per risparmiare? Passare ad un altro operatore approfittando delle offerte, ma il passaggio può essere complicato e prevedere in alcuni casi anche sanzioni economiche.

Notizie su: