QR code per la pagina originale

Acer pronta a calare un tris di tablet

Acer annuncia l'intenzione di produrre nuovi tablet per sostituire in parte il segmento netbook. Monteranno Intel Sandy Bridge e adotteranno Android 3.0

,

Dopo diversi mesi sulla cresta dell’onda, il settore netbook ha lentamente lasciato il passo ai tablet. Le vendite dei mini-computer sono sensibilmente calate, mentre le tavolette rappresentano uno degli oggetti di maggiore interesse. Il colosso taiwanese Acer si è trovato dunque di fronte ad una scelta, optando per un’importante sostituzione a partita in corso: il gruppo si concentrerà ora sulla produzione di alcuni tablet che avranno lo scopo di sostituire di fatto i netbook nelle strategie aziendali.

Questi ultimi non saranno definitivamente accantonati, bensì verranno prodotti solo alcuni modelli ed in quantità inferiori rispetto al passato. I nuovi tablet costituiranno invece un’importante fetta della produzione industriale di Acer, che dunque punta molto su tali dispositivi nonostante l’insuccesso del primo tablet creato, giunto a vendere poche centinaia di pezzi al mese e mandato fuori produzione dai vertici della società con sede a Taiwan.

Per dire la propria in un mercato sul quale sono numerosi i produttori ad aver gettato l’occhio, Acer sembra pronta a calare un tris di dispositivi in grado di soddisfare le esigenze di tutti. A variare saranno principalmente le dimensioni del display, con due tagli che sembrano ormai certi: i canonici 7 e 10 pollici sembrano rientrare nei piani del gruppo, mentre è tutto da svelare l’eventuale terzo modello. La caratteristica principale dei tablet è però un’altra: per rispondere al lancio dei primi dispositivi basati sui processori dual core Tegra 2, Acer proporrà sulla propria gamma di tablet processori quad-core, basati sui chipset Sandy Bridge di Intel.

La piattaforma software sarà invece basata su Android, divenuto ormai il sistema operativa per eccellenza nel settore tablet. Sembra facile fin da subito ipotizzare anche che Acer decida di dotare i dispositivi della versione 3 del progetto targato Google, per sfruttare al meglio tutte le potenzialità di una siffatta dotazione hardware. Non sono noti ancora i dettagli sui prezzi di vendita al pubblico, né tantomeno una data ufficiale di presentazione. I primi rumor parlano però di una disponibilità entro la prima metà del 2011.

Fonte: ComputerWorld • Immagine: Engadget • Notizie su: