QR code per la pagina originale

Smartphone, il 10% sfrutta il 90% del traffico

Secondo una recente ricerca di Bytemobile, il 10% degli utenti che utilizzano cellulari e smartphone sfruttano il 90% di tutto il traffico Internet

,

La crescente diffusione dei cellulari e degli smartphone ha aumentato il numero di connessioni ad Internet effettuate tramite questi dispositivi. Tuttavia una ricerca effettuata da Bytemobile e pubblicata dal Telegraph ha mostrato come, in realtà, il 10% di tutta l’utenza telefonica sfrutta il 90% del totale del traffico. Non solo, perchè l’indagine sembra dimostrare come gli operatori abbiano la tendenza a limitare i piani per diminuire nel tempo il traffico effettuato su Internet.

E non è un caso che questo dato sia apparso poco dopo il taglio effettuato da T-Mobile, che ha ridotto i margini abbassando la soglia da 1 GB a 500 MB, scatenando l’indignazione non solo dei proprio clienti, ma anche quelli degli altri operatori, ora preoccupati che un simile comportamento venga adottato dalle altre compagnie telefoniche nel Regno Unito.

È dimostrato, infatti, che sempre più utenti guardano video tramite cellulari e smartphone, con una previsione secondo cui nel 2011 il 60% di tutto il traffico sarà video: una situazione che potrebbe mettere in difficoltà le reti telefoniche, probabilmente in difficoltà a gestire un tale traffico. Sembra, infatti, che le reti inglesi abbiano messo in guardia sulla crescente domanda di traffico dati, mettendo le mani avanti per preparare gli interventi risolutori che prima o poi andranno adottati. In generale la tendenza degli operatori è quella di diminuire la banda disponibile, come già sta accadendo con O2 e Vodafone. Il direttore del sito Top10.com, Harry Jones, ha, infatti, dichiarato che «La velocità delle connessioni 3G diventerà sempre più importante, e quindi le reti dovranno essere al passo con le richieste se vorranno mantenere e accrescere le quote di mercato ».

Secondo Bytemobile, la diffusione degli smartphone e di video dalla qualità crescente e sempre più lunghi ha prodotto un aumento di richieste di traffico che presto raggiungerà il suo massimo storico. Una soluzione a questo problema potrebbe arrivare dalla decisione di Ofcom che ha recentemente permesso agli operatori presenti sul territorio del Regno Unito di modificare gli spettri delle reti 2G e 3G per poterli adeguare alle richieste di dati in aumento. Oppure bisognerà sperare nell’arrivo degli operatori 4G in grado probabilmente di migliorare la situazione portando nuova linfa al settore.

Fonte: Telegraph • Immagine: Johan Larsson • Notizie su: