QR code per la pagina originale

Apple accusa Nokia: quel brevetto non è valido

Apple risponde alle accuse di Nokia, che avrebbe utilizzato un brevetto non valido tra quelli scagliati contro la società di Cupertino

,

Il botta e risposta tra Apple e Nokia continua. Ancora una volta, la materia del contendere riguarda i brevetti posseduti da una o dall’altra azienda e che puntualmente si trasformano in armi da scagliare nei confronti dei rivali. Ad essere tirata in ballo in questo caso è l’accusa mossa dalla società finlandese nei confronti di Cupertino, che a distanza di diverse mesi replica: uno dei sette brevetti non sarebbe infatti valido.

Tale brevetto riguarda una delle funzionalità per lo scorrimento delle pagine tramite dispositivi touchscreen, ormai largamente diffusi nel mondo mobile. Presente nell’elenco presentato da Nokia presso la corte di Dusseldorf durante lo scorso mese di settembre, il brevetto è ora finito nel mirino dei legali di Apple, i quali respingono al mittente ogni accusa indicando la presunta invalidità nel brevetto. Dalle ipotesi si è dunque passati ai fatti, con una citazione presso l’Alta Corte di Giustizia di Londra, l’ennesima di una già lunga serie.

I sette brevetti depositati da Nokia sui quali si fonda l’accusa riguardano l’interfaccia touch e l’antenna dei dispositivi della Mela. La lista delle proprietà intellettuali scagliata contro Apple non finisce però qui, ma comprende diversi altri brevetti che il gruppo finlandese ha deciso di utilizzare come capo d’accusa in diversi Paesi in circostanze differenti, con citazioni in tribunale a più riprese.

Da parte sua, Nokia confida nell’assoluta validità dell’attacco mosso nei confronti del gruppo di Cupertino. Tramite un proprio portavoce, la società di origini finlandesi fa sapere di voler continuare a difendere i propri diritti in materia di vrevetti, da tempo territorio di guerra in cui aziende di tutto il mondo inviano in trincea i propri legali per far valere le proprie ragioni. Che tra i due colossi del mondo digitale non corra buon sangue è ormai noto. La situazione non sembra destinata a risolversi in breve tempo e tutto lascia supporre che i capitoli restanti nell’epopea Apple-Nokia siano ancora molti. Alcuni dei quali, quelli destinati a segnare la svolta, saranno scritti dai giudici interessati.

Fonte: Bloomberg • Notizie su: