QR code per la pagina originale

Ongo: il negozio online delle news

Nasce Ongo, il primo aggregatore di news di qualità per gli utenti. Un progetto che esclude la pubblicità affidandosi alla sottoscrizione in abbonamento.

,

C’è una start up americana che impiega i nomi più celebri dell’informazione e ha un obiettivo ambizioso: far pagare le notizie nel mondo del Web e del mobile perché sono scelte bene.

Si chiama Ongo e oggi ha aperto il suo sito Internet, mentre domani sbarcherà sull’iPad. Dietro questo nome ci sono tre colossi dell’informazione USA: il Washington Post, il New York Times e la Gannet, che pubblica USA Today.

Per la prima volta insieme, tre editori diversamente vicini al Web: Rupert Murdoch, il giornale della Grande Mela (anche lui vicino al nuovo tentativo di contenuti a pagamento) e la Gannet che è tra i pionieri dell’informazione online nel mondo.

L’idea alla base del loro progetto è che ci sono lettori bombardati da un flusso di notizie tutte troppo uguali e per di più provenienti da molte fonti diverse. Ongo vuole fare il contrario: tante notizie di qualità, diverse, da un’unica fonte.

Ma per questo servizio bisognerà pagare: 6 dollari e 99 al mese, anche se molte delle notizie che il sistema filtra per il lettore,si possono trovare tranquillamente gratis in tutto il Web, compreso le edizioni online delle rispettive testate. Perché allora si dovrebbe pagare?

Notizie su: