QR code per la pagina originale

Android conquista il 22% del mercato tablet

Prosegue la diffusione di Android anche nel segmento tablet, con il 22% di mercato già acquisito a pochi giorni dalla presentazione ufficiale di Honeycomb

,

A pochi giorni dalla presentazione ufficiale di Honeycomb, giungono informazioni utili a capire come sta evolvendo il mercato tablet e quanto sia rapida la diffusione di Android in una categoria di prodotti tanto giovane quanto promettente per il futuro. Secondo i dati rilevati da Strategy Analytics, la piattaforma mobile di Google ha conquistato il 22% del market share per quanto riguarda i tablet venduti nel trimestre che si è concluso il 31 dicembre 2010, decuplicando il numero di device rispetto ai tre mesi precedenti (2,3%). In flessione invece le cifre riguardanti l’Apple iPad, sceso nello stesso periodo di riferimento dal 95% al 75%.

Il tablet di Cupertino accusa il colpo dovuto al debutto dei primi concorrenti prodotti da aziende come Samsung, Motorola e Acer, spesso disponibili a un prezzo inferiore. È proprio l’esborso economico, secondo l’analista Neil Mawston, uno dei criteri più importanti che gli utenti tengono in considerazione nell’avvicinarsi all’acquisto: «Anche 500 dollari, secondo i nostri sondaggi, rappresenterebbe un prezzo due o tre volte maggiore rispetto a quanto gli acquirenti si aspettano di dover pagare».

La crescita di Android non sta comunque a indicare obbligatoriamente un calo nel numero di iPad (e presto iPad 2) venduti. Il mercato dei tablet è in continua e fortissima espansione, tanto che una recente ricerca condotta da iSuppli ha previsto un incremento dei dispositivi venduti dai 57 milioni del 2011 a 171 milioni nel 2014. Si tratta comunque di previsioni che lasciano il tempo, soprattutto alla luce di quanto accaduto in questi anni con altre tipologie di prodotto velocemente soppiantate da soluzioni più avanzate. A tal proposito, va richiamata alla mente l’esplosione e la successiva brusca frenata del segmento netbook.

Prevedere oggigiorno il destino dei tablet è un’impresa alquanto ardua. I fattori da tenere in considerazione sono molteplici: da un generale abbassamento del costo per i dispositivi all’evoluzione delle tecnologie integrate, dal numero di produttori che sceglieranno di percorrere questa strada all’attenzione che i programmatori rivolgeranno allo sviluppo di software dedicato a questo ambito.

Fonte: BusinessWeek • Notizie su: