QR code per la pagina originale

“Arcore’s night”: La Sora Cesira è cult sul Web

La parodia sulle notti di Arcore basato sulle note del musical Grease è un trionfo su YouTube, ma è soltanto l'ultimo di una lunga serie.

,

La parodia su YouTube non è certo una novità. Ma da qualche tempo, complici i fatti di cronaca politica davvero particolari in Italia, sul Web si possono vedere dei piccoli capolavori. L’ultimo dei quali riprende il musical “Grease” e prende in giro le vicende del Ruby gate: impossibile non ridere a crepapelle.

Il video “Arcore’s night”, firmato Sora Cesira, ha spostato più in là gli standard delle parodie: quasi quattro minuti, una clip con interi passaggi musicali reincisi, un testo maccheronico davvero geniale, hanno prodotto un risultato stupefacente: un milione di visite in due giorni, centinaia di migliaia di condivisioni su Facebook.

Dietro Sora Cesira c’è una musicista professionista (non poteva essere altrimenti) che però resta nell’anonimato. Di video ne ha prodotti parecchi e ormai la sua firma è un cult del Web. Tra i suoi titoli più cliccati, quel “We are the World, for Polverini” che prendeva in giro il problema delle liste Pdl alle scorse elezioni regionali.

Le vicende laziali tradiscono l’origine di questa pasionaria della parodia, perché sullo stesso solco ha realizzato anche il meno noto ma altrettanto divertente “aggiungi un posto all’Atac”, sulla parentopoli al municipio di Roma.

Naturalmente, però, il nostro presidente del Consiglio resta un protagonista assoluto. Ad esempio, La Sora Cesira non ha potuto esimersi dal chiedersi chi sia mai questa fantomatica fidanzata, scomodando niente meno che la Vanoni.

Il suo blog è intasato di commenti entusiastici, il lavoro è considerato talmente buono che spesso scrivono al plurale (“bravissimi!”), mentre si tratta di una sola donna. Molto talentuosa, non c’è che dire.

Notizie su: