QR code per la pagina originale

Google Latitude, il check-in si fa con Android

Google annuncia di aver introdotto un sistema per effettuare i check-in tramite Latitude, il servizio di geolocalizzazione di Mountain View.

,

I dispositivi mobile si trasformano sempre più velocemente in strumenti con i quali essere sempre in contatto con amici e parenti, condividendo informazioni in tempo reale di qualsiasi genere. Se con Google Latitude era finora possibile rendere nota la propria posizione a chiunque tramite uno smartphone dotato di modulo GPS, da oggi c’è un’ulteriore novità: l’applicazione sviluppata da Google permette infatti di effettuare il check-in per segnalare la propria presenza sul globo in luoghi specifici.

Effettuare il check-in con Google Latitude significa rendere noto il proprio ingresso in un ristorante, bar, museo o qualunque altro luogo. Un passo in più rispetto a quanto già fattibile in precedenza con la segnalazione automatica della posizione geografica, cui è possibile ora fornire un contesto più definito ed aggiungere una serie di dettagli. La strada è stata prima tracciata da Foursquare, poi ricalcata da Facebook con Places: se tre coincidenze formano un indizio, il segnale è chiaro ed inequivocabile dopo che anche Google ha deciso di percorrere la rotta della geolocalizzazione sociale.

Effettuare il check-in comporta anche vantaggi per gli utenti che utilizzano Latitude, grazie all’integrazione con Google Maps che permette di accedere ad informazioni aggiuntive relative ai luoghi visitati provenienti dai pareri di altri utenti che hanno visitato gli stessi luoghi. Ci si trova così di fronte a consigli sul menù di un determinato ristorante o a suggerimenti sui quadri da non perdere all’interno di un museo. L’esperienza di viaggio si arricchisce pertanto di una marcia in più, peraltro fortemente improntata al web sociale.

Per effettuare i check-in è sufficiente possedere la suddetta applicazione per la navigazione satellitare o l’apposito client per Latitude realizzato dal gruppo di Mountain View e disponibile nell’Android Market.

Fonte: Google Mobile Blog • Notizie su: