QR code per la pagina originale

Answers.com venduto per 127 milioni di dollari

Il popolare sito di Q&A è stato ceduto alla AFCV Holdings. L'obiettivo non dichiarato è riuscire a contrastare la forza dei social network.

,

Il noto sito di “domande e risposte” Answer.com è stato acquisito da AFCV Holdings, una società del gruppo Summit Partners, per una cifra complessiva di circa 127 milioni di dallari. Il consiglio di amministrazione ha approvato la fusione, ma la transazione sarà completata entro il secondo trimestre dell’anno dopo aver ricevuto il via libera dagli azionisti, i quali ricaveranno dalla cessione 10,50 dollari per azione posseduta.

Answers.com è una piattaforma web fondata nel 1996 da Bill Gross e Henrik Jones, e dal 1999 è proprietà della Answers Corporation, una compagnia israeliana fondata da Bob Rosenschein. Il sito, disponibile in sei lingue (inglese, francese, italiano, tedesco, spagnolo e tagalog), è basato su una piattaforma wiki il cui contenuto è rappresentato dalle domande e dalle risposte degli utenti, combinato con le informazioni ricavate da altri siti, come Wikipedia, Encyclopedia Britannica e American Heritage Dictionary.

I dati disponibili per il mese di novembre parlano di 5,5 milioni di utenti registrati e circa 10 milioni di risposte. Oltre a WikiAnswers, a partire dal mese di luglio 2010, il sito offre anche VideoAnswers, una libreria di 200.000 video realizzata in parternship con il network 5min.

Il fondatore e CEO, Bob Rosenschein, ha dichiarato:

Dopo sei anni emozionanti come società pubblica, siamo molto lieti di aver ottenuto un valore considerevole per i nostri investitori. Questo accordo è anche positivo per i membri della nostra comunità. L’integrità e l’impegno della nostra azienda verso i nostri prodotti rimangono invariati, mentre continuiamo la nostra missione di creare l’ultima destinazione per le risposte.

Rosenschein ha promesso che l’azienda continuerà nello sviluppo e nel miglioramento di Answers.com per farlo diventare il principale sito di Q&A del web. Yahoo Answer e Quora rappresentano però i principali ostacoli da superare.

Fonte: Yahoo! Finance • Notizie su: