QR code per la pagina originale

Apple leader dei film online, Microsoft la segue

Apple guida la classifica dei distributori di film online, Microsoft la insegue. Riuscirà Redmond, prima o poi, a scalzare la Mela dal podio?

,

Nella distribuzione di contributi in Rete, Apple non ha di certo grandi rivali. Il modello iTunes si è sempre rivelato di grande successo, tanto da non temere la concorrenza della pirateria che, invece, ha distrutto molti altri competitor. Una ricerca da poco pubblicata da iSuppli dimostra come Cupertino si sia guadagnata il podio nella distribuzione di film, seguita a ruota da un’insolita Microsoft.

Apple guida l’intero mercato conquistandosi il 64,5% delle intere vendite, Microsoft si piazza seconda con un meno confortante 11,6 %. Al terzo posto Sony che, grazie alla distribuzione connessa a Playstation, riesce a strappare un 5,7 % ai due big del settore. Rimane del tutto impercettibile ai fini di questa classifica, invece, l’apporto di Amazon e della catena americana Wall-Mart.

Il successo di Cupertino sarebbe da ricondursi ai device iOS, sempre più orientati verso la riproduzione di contenuti audiovisivi anche in HD. La nuova Apple TV, ad esempio, fa dello streaming in alta definizione il proprio punto di forza, così come lo schermo iPad consente una buona fruizione di film e telefilm anche in mobilità. Tali dispositivi sono intrinsecamente legati a iTunes e, per questo, l’utente è invogliato durante l’uso a servirsi dello store targato Mela per i propri fabbisogni multimediali.

Per quanto riguarda Microsoft, il lieve incremento rispetto agli anni precedenti è sicuramente connesso al fenomeno Xbox, che recentemente ha potuto contare su buoni risultati di vendita grazie all’introduzione dell’innovativa Kinect. Non altrettanto positivo, invece, sembra essere il contributo di Zune, un lettore portatile che fatica ad affascinare l’utenza.

In drastico calo, infine, l’industria dei supporti ottici quali DVD e Blu-Ray, con una discesa di 44 punti percentuali nell’ultimo anno. In effetti, la fruizione di contenuti su disco sta ormai diventando una pratica obsoleta, dato che il download dalla Rete e l’archiviazione su hard disk o memorie flash si rivela veloce, comodo e soprattutto versatile.

Notizie su: