QR code per la pagina originale

Doppio display e Android per il Kyocera Echo

,

Due schermi LCD da 3,5 pollici per una risoluzione di 480×800 pixel ciascuno sono forse la caratteristica principale del Kyocera Echo, uno smartphone che arriva dal Giappone con una certa ambizione di sfondare sul mercato facendo leva su una buona dotazione tecnica.

La particolarità di presentare due schermi touchscreen non è ovviamente una novità assoluta, ma in questo caso si tratta del primo esempio di questo tipo su piattaforma Android, precisamente Android 2.2, il tutto corredato dal sistema brevettato da Kyocera che consente di utilizzare i due schermi in diverse configurazioni.

Il doppio display può quindi essere utilizzato come se fosse un unico schermo di 4,7 pollici con una risoluzione massima di 960×800 pixel, simulando in un certo qual modo le fattezze di un tablet, ma all’occorrenza lo smartphone nipponico può essere configurato secondo lo schema di un piccolo laptop, ovvero sistemando i due schermi in modo da formare un angolo di circa 45 gradi tra loro.

Oltre alla peculiarità dei due display, il Kyocera Echo si presenta al pubblico offrendo un processore Qualcomm Snapdragon da 1 GHz, 1 GB di memoria RAM, una fotocamera posteriore da 5 megapixel capace di registrare filmati con risoluzione 720p, una scheda microSD da 8 GB, due batterie da 1.370 mAh con un caricatore esterno e il modulo 3G.

L’interfaccia di Android è stata modificata per ottimizzarne le funzioni in rapporto al doppio schermo, mentre sembra che non sia supportato il multitasking, stando a quanto emerso dalle prime recensioni che si trovano in Rete.

Il Kyocera Echo arriverà la prossima primavera negli USA a un prezzo di 199 dollari sottoscrivendo un abbonamento con il provider Sprint. Il produttore ha inoltre dichiarato che sarà rilasciato presto un SDK per dare modo ai programmatori di realizzare le proprie applicazioni dedicate al nuovo smartphone.

Notizie su: