QR code per la pagina originale

Twitter affonda i tre client UberMedia (update)

Tre client per Twitter realizzati da UberMedia sono stati sospesi per aver violato la policy prevista dal servizio. A breve potranno però tornare in campo.

,

Il lavoro di selezione delle applicazioni in grado di rispettare i requisiti richiesti da parte del team di Twitter miete ogni giorno centinaia di vittime. Se generalmente ad essere sospesi sono software agli albori, con pochi utenti attivi, questa volta è il turno di tre client di una certa importanza: si tratta di UberTwitter (per piattaforme BlackBerry), Twitdroyd (Android) e UberCurrent (iPhone e iPad), tutti realizzati da UberMedia.

La motivazione di tale azione è da rintracciare in una serie di violazioni della policy cui ogni sviluppatore deve aderire per realizzare client in grado di integrarsi con i servizi forniti da Twitter. Stando a quanto ufficializzato dal gruppo operante nel mondo dei social network, UberMedia avrebbe infranto le regole in materia di privacy nei messaggi diretti, avrebbe violato i termini d’uso del marchio registrato “Twitter” e avrebbe modificato alcuni contenuti per aumentare i propri ricavi economici.

Di qui alla sospensione delle applicazioni il passo è stato breve. La decisione ha spiazzato i vertici di UberMedia, che si sono detti sorpresi dell’improvvisa bocciatura senza alcun segnale d’avviso, nonostante lo staff di Twitter abbia reso noto di aver aperto la questione circa un anno fa. Il CEO della società non teme però particolari ripercussioni sul futuro dei client, che potranno essere reintegrati nella schiera delle applicazioni per Twitter una volta operati i dovuti cambiamenti.

Il ritorno dei tre client potrebbe avvenire in contemporanea con l’acquisizione di TweetDeck, altra applicazione destinata al mondo dei cinguettii e largamente diffusa tra gli utenti del celeberrimo servizio. UberMedia punta dunque a schierare un quartetto di primo livello per aggiudicarsi la più ampia fetta d’utenza possibile, forte dei 17,5 milioni di dollari recentemente ottenuti grazie a nuovi investimenti da parte Accel Partners.

Update
Twitter ha riaperto le proprie API ai client UberMedia sulla base di una serie di interventi riparatori apportati nelle ore immediatamente successive alla rimozione. In questo cambio l’applicazione UberTwitter ha modificato il proprio nome in UberSocial.

Fonte: TechCrunch • Notizie su: