QR code per la pagina originale

Google porta i documenti Office tra le nuvole

Un plugin rilasciato da Google per le versioni Windows di Microsoft Office offre la piena integrazione dei documenti con la piattaforma cloud Google Docs.

,

Le potenzialità delle piattaforme cloud sono fuori discussione, soprattutto per chi necessita di strumenti di collaborazione e condivisione online in ambito lavorativo. Google Docs, che ormai da qualche tempo offre strumenti per la creazione e la modifica di documenti da più postazioni contemporaneamente, ne è la dimostrazione pratica. C’è però una grande fetta d’utenza ancora legata ai software tradizionali, eseguiti in locale. A loro è dedicato un plugin rilasciato in queste ore da Google, con cui diviene possibile portare le possibilità introdotte dal cloud computing direttamente all’interno dei pacchetti Office 2003, 2007 e 2010.

In download per le versioni Windows della suite Microsoft, Google Cloud Connect for Microsoft Office va ad integrarsi con Word, Excel e PowerPoint, sollevando così dal gravoso obbligo di scambiare di continuo i file via email a tutti coloro i quali desiderano collaborare allo stesso documento. Nell’occasione, bigG ha anche deciso di offrire a tutte le realtà professionali un periodo di 90 giorni per testare le peculiarità dell’intero pacchetto Google Apps (ad eccezione di Gmail), nel quale sono appunto inclusi i tool di Google Docs.

Tendendo una mano agli utenti Office, con una simile mossa Google affonda al tempo stesso l’ennesima offensiva verso il business di Microsoft, offrendo ai clienti di Redmond un’alternativa a Office Web Apps.

Gli utenti interessati a Google Cloud Connect for Microsoft Office per sistemi Mac rimangono per ora a bocca asciutta, a causa dell’incompatibilità del plugin con le API attualmente a disposizione.

Fonte: Google Docs Blog • Notizie su: