QR code per la pagina originale

“Osé: Che fai ci provi?” e le polemiche rivolte a Ubisoft

Un nuovo titolo per Nintendo Wii criticato per uso improprio del wiimote

,

La scorsa settimana ha fatto la sua comparsa in Rete il primo trailer per un nuovo gioco destinato al catalogo Nintendo Wii. Fin qui nulla di nuovo, se non fosse per il particolare e bizzarro impiego del controller di movimento della console. Osé: Che fai ci provi? (We Dare nella versione inglese), è sviluppato da Ubisoft e sarà in vendita a partire dal 3 marzo.

Nel filmato diffuso, visibile in streaming a fondo news, si vedono due coppie “indossare” il wiimote e lanciarsi in sfide con atteggiamenti talvolta provocanti. Tanto è bastato per scatenare un vero e proprio polverone, alimentando così una diatriba intorno a un semplice party game, il cui lancio sarebbe altrimenti passato con tutta probabilità inosservato.

Le proteste fatte registrare in pochi giorni, tutte rivolte alla presenza di contenuti e allusioni piccanti su una console storicamente apprezzata da un pubblico giovane (dove, va specificato, non mancano i giochi violenti), non potranno che fungere da veicolo promozionale, aumentando l’hype con il tacito applauso di Ubisoft. Almeno in Europa, dove sulla confezione sarà presente un bollino PEGI +12, visto che negli Stati Uniti ne è stata bloccata la vendita.

Notizie su: