QR code per la pagina originale

Mozilla, anteprima Web App Project

Mozilla ha rilasciato un'anteprima degli strumenti di sviluppo per Web App Project. Le web app iniziano così la scalata alle applicazioni desktop.

,

Il futuro delle applicazioni è il web: lo ha affermato in primo luogo Google, con il lancio di ChromeOS, fortemente basato sul concetto di web app; lo ha ribadito poi Mozilla, aprendo i cantieri del Web App Project. Proprio la fondazione che si occupa tra l’altro dello sviluppo di Firefox e Thunderbird ha annunciato il rilascio di una prima versione destinata agli sviluppatori degli strumenti necessari a costruire applicazioni web secondo quelle che sono le linee guida del progetto.

Tale release contiene un set di API, alcune utility di sviluppo e la documentazione necessaria per tuffarsi nel mondo delle web app. Gli sviluppatori possono dunque iniziare a creare le prime applicazioni in grado di funzionare all’interno di un browser, di essere installate in un click e riconosciute da una semplice icona, distribuite uniformemente tra dispositivi eterogenei e soprattutto sincronizzate tra più device per averle sempre con sé. La stessa applicazione può così girare tanto su un computer dotato di un qualunque sistema operativo, quanto su uno smartphone realizzato da qualsiasi produttore.

Tutto ruota dunque attorno al browser, vero cuore pulsante del paradigma delle web app. La piattaforma di sviluppo fornita da Mozilla prevede infatti un sistema in grado di far riconoscere al browser un determinato indirizzo come applicazione, che sarà così installata e disponibile in qualsiasi momento come i tradizionali software desktop. Con il passaggio alle web app viene dunque a cadere il legame tra applicazione e sistema operativo, con JavaScript nel ruolo di linguaggio universale di programmazione.

Le applicazioni basate sul web possono poi essere raccolte in un vero e proprio store virtuale, tramite il quale accedere ad un ampio catalogo di soluzioni disponibili per chiunque. Da semplice sito web travestito da applicazione la web app diventa così un vero e proprio oggetto a sé stante, con una propria definizione, proprie caratteristiche fisionomiche e in grado di contenere informazioni dell’utente da riutilizzare poi nella maniera e nel momento più opportuni.

I lavori non terminano però qui, con gli sviluppatori Mozilla all’opera per l’implementazione di nuove funzionalità e caratteristiche. Tra i prossimi obiettivi figurano una migliore esperienza d’uso delle app all’interno del browser, strumento con il quale cercare, installare, gestire e controllare le web app, la sincronizzazione con i dispositivi mobile, un sistema di riconoscimento del sistema operativo utilizzato e l’introduzione di un sistema di notifica.

Fonte: Mozilla Labs • Notizie su: