QR code per la pagina originale

Tablet con Windows: sì, ma nel 2012

Microsoft potrebbe lanciare nel 2012 una versione di Windows per tablet. Dubbi sulla versione: alcuni parlano di Windows 7, altri dell'edizione 8.

,

Il 2010 è stato senza alcuna ombra di dubbio l’anno di iPad, che ha raggiunto quota 15 milioni di unità vendute nel corso del suo primo anno di vita. Il 2011 si è aperto con Samsung che continua a dare battaglia con il Galaxy Tab, Motorola che è scesa in campo con Xoom ed Apple che ha risposto alle offensive proponendo la nuova generazione di iPad. Il 2012 potrebbe serbare un ulteriore sorpresa nel mondo delle tavolette in campo: a muovere guerra nei confronti di Cupertino potrebbe essere Microsoft.

Non è certamente un mistero che il gruppo di Redmond abbia tra i propri progetti la realizzazione di una versione del sistema operativo Windows ottimizzata per tablet. Prima di uscire dai cantieri, tale versione necessita però di un accurato lavoro per essere in grado di animare in maniera opportuna dispositivi come i tablet: dimensioni dello schermo, metodologie di input, durata della batteria, ambienti di lavoro ed altri aspetti differiscono infatti in maniera sensibile rispetto al mondo dei computer, settore in cui Windows è ormai leader indiscusso da diversi anni.

In casa Microsoft si continua però a tenere d’occhio la situazione e a lavorare nei laboratori di Redmond. I primi test potrebbero essere avviati entro la fine dell’anno, con produttori e consumatori invitati a provare le funzionalità di Windows per tablet prima di poter dare il via alla distribuzione su larga scala. Il lancio potrebbe invece avvenire nel corso del 2012, probabilmente nella prima metà dell’anno. Ciò che resta da scoprire è la versione che il gruppo deciderà di adottare: alcune fonti citano la volontà di Microsoft di continuare lungo la strada di Windows 7 (introducendo specifiche utility per portare il sistema operativo su tablet), altre invece citano Windows 8 come possibile soluzione definitiva per il debutto della società nel mondo delle tavolette.

Indipendentemente dal numero di versione, una cosa è certa: l’ingresso in scena di Microsoft rappresenta per certi versi la chiusura di un cerchio virtuale che racchiuderà il gruppo di Redmond, Apple e Google. I tre colossi del mondo digitale si ritroverebbero per l’ennesima volta a competere uno contro l’altro, con la società di Cupertino nella scomoda posizione di nemico numero uno. La lotta per dare un morso alla Mela è solo agli inizi e Microsoft dimostra di voler far le cose per bene, senza fretta.

Fonte: BusinessWeek • Notizie su: