QR code per la pagina originale

Antitrust: multate Expedia, Edreams e Opodo

L'Antitrust ha multato i gruppo Expedia, Edreams e Opodo per la scarsa trasparenza con cui offrono i propri pacchetti turistici online.

,

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha multato i gruppi Expedia, Expedia Italy, Edreams e Opodo infliggendo, al termine di tre distinte istruttorie, sanzioni per un totale di 415 mila euro. La casistica messa all’indice dal Garante è variegata e la condanna va a punire la scarsa trasparenza delle offerte, la limitata chiarezza nei meccanismi di assicurazione dei pacchetti vacanza, gli addebiti su carte di credito per transazioni non completate, la gestione scorretta dei reclami ricevuti ed altro ancora.

Le agenzie di viaggio indicate hanno subito istruttorie separate, nelle quali i singoli casi sono stati approfonditi e dibattuti per valutare il comportamento di ciascuna compagnia nell’operato posto in essere. Trattasi di un intervento molto importante perché, con il crescere dell’importanza del settore, è fondamentale che la trasparenza possa essere un punto fermo nel rapporto tra i venditori ed i consumatori. Il quadro delineato dall’Antitrust sembra però dipingere una situazione del tutto problematica, con focus particolare su specifiche violazioni:

  • Offerte vantaggiose e prezzo finale molto più alto
    «Tutte le società sono state sanzionate per avere promosso la propria offerta (voli, sistemazioni alberghiere, voli+albergo) tramite internet con l’illustrazione incompleta e ingannevole di tariffe vantaggiose nella home page del sito. Solo nella fase finale del processo di prenotazione il consumatore trovava un’informativa completa sul prezzo globale effettivo dei servizi intermediati, di entità sensibilmente superiore a quello pubblicizzato in home page, e una dettagliata esposizione di tutte le componenti di costo delle transazioni. In alcuni casi per le sistemazioni alberghiere spesso non era individuabile con esattezza il prezzo finale neppure al termine della procedura di prenotazione perché restano esclude eventuali tasse comunali e locali o imposte. Per questi comportamenti l’Antitrust ha sanzionato Expedia Inc. con una multa di 60mila euro, Opodo con 20mila euro, eDreams con 35mila euro»;
  • Blocco delle somme pagate dai consumatori
    «Expedia Inc., Expedia Italy (relativamente alla gestione dei reclami), e eDreams hanno, secondo l’Antitrust, gestito in modo scorretto il processo di prenotazione e pagamento dei servizi on line mediante carta di credito o carte prepagata, non approntando un sistema in grado di garantire ai consumatori lo sblocco delle somme congelate per operazioni non andate a buon fine in tempi rapidi, secondo le regole approntate dai circuiti delle carte. Inadeguate anche le procedure dei reclami e le informazioni sui rischi connessi al sistema di pagamento e alle motivazioni reali del blocco delle somme. Per questi comportamenti l’Antitrust ha sanzionato Expedia Inc. con 100mila euro, ed Expedia Italy, relativamente alla gestione dei reclami, con 35mila euro, e eDreams con una sanzione di 80mila euro»;
  • Offerte non trasparante di garanzia assicurativa
    «L’Antitrust ha giudicato scorrette le modalità di offerta della garanzia assicurativa “Opodo All Inclusive”, per annullamento del viaggio, bagaglio e spese mediche, proposta nella fase finale del processo di prenotazione, attraverso un meccanismo di silenzio-assenso. Nel corso del procedimento tuttavia la società ha modificato il sistema di offerta assicurativa in modo tale che il consumatore che vuole aderire deve farlo riempiendo l’apposito riquadro. Anche alla luce di questo comportamento la sanzione è stata ridotta a 5mila euro»;
  • Ostacoli e costi eccessivi per i reclami
    «L’Antitrust ha contestato a Expedia Inc. e Expedia Italy anche la scarsa trasparenza e chiarezza delle informazioni sull’identità del professionista, ostacolando una corretta trattazione dei reclami, con sanzioni pari rispettivamente a 50mila e 10mila euro. Giudicate scorrette, e sanzionate con 20mila euro, le modalità di assistenza fornite da eDreams al consumatore mediante un numero telefonico a pagamento dai costi particolarmente elevati che, secondo quanto segnalato da alcuni consumatori, costituisce l’unico strumento per avere un contatto diretto e rapido con l’agenzia on line. La multa è stata di 20mila euro».

Le tre istruttorie e le relative conclusioni dell’antitrust sono disponibili nell’apposita documentazione online:

Fonte: AGCM • Notizie su: