QR code per la pagina originale

Speedtest si aggiorna con nuove funzioni social

Speedtest.net, celebre servizio che permette di effettuare test sulla connessione ad Internet, si rinnova introducendo alcune nuove funzionalità.

,

Speedtest.net è uno dei servizi più celebri per effettuare test di velocità sulla propria connessione ad Internet. Ookla, la società che è dietro tale progetto, ha annunciato una serie di novità orientate principalmente al rinnovamento del servizio al fine di renderlo maggiormente aderente a quelli che sono i paradigmi attuali del web, come ad esempio le reti sociali e la condivisione di informazioni.

Accedendo alla nuova interfaccia grafica di Speedtest.net si nota subito un’aria di cambiamento. Principale novità è l’introduzione di un sistema di registrazione che, per quanto sia stato a lungo ritenuto superfluo dai vertici di Ookla, è stato richiesto a più riprese ed a gran voce dagli utenti. Registrandosi ed effettuato il login è possibile creare un archivio storico dei test, così da poter avere un raffronto visivo dell’evoluzione temporale dello stato della propria connessione. I test sono disponibili anche in modalità anonima, senza la necessità di registrarsi, ma i risultati vengono persi una volta cancellati i cookie del browser o nel caso in cui si cambi computer.

I risultati ottenuti possono poi essere condivisi tramite un apposito pulsante su Facebook o Twitter. Una nuova funzionalità utile soprattutto ai team di lavoro è quella per la creazione di gruppi di condivisione, con i quali ad esempio è possibile paragonare la velocità delle connessioni di più utenti grazie ad un’unica schermata di confronto. I test facenti parte di un gruppo possono essere accompagnati da alcuni badge decorativi, conquistabili a colpi di Mbps e nuovi traguardi raggiunti in termini di velocità.

Con i suoi 188 milioni di utenti unici negli ultimi 12 mesi, Speedtest.net risulta essere uno dei servizi per effettuare test di connessione più apprezzati del web. L’affidabilità di tale strumento è stata ribadita a più riprese da diversi provider, che in molti casi ritengono validi i test effettuati tramite Speedtest ai fini della valutazione del servizio erogato ai clienti.

Fonte: Wired • Notizie su: