QR code per la pagina originale

Google Circles, il network che non s’ha da fare

Nel fine settimana è nata una voce riguardante un possibile social network targato Google. Da Mountain View arriva però secca smentita.

,

Nessun nuovo social network targato Mountain View: la risposta è secca, chiara, inequivocabile. Google non punta ad invadere un territorio già ricco di per sé, anche se dominato da pochi nomi, quanto piuttosto ad arricchirsi dei dati provenienti dalle reti sociali per integrarli con i propri prodotti. Il rumor relativo alla nascita di un social network, denominato Google Circles e pronto al debutto, si sgonfia così in poche ore.

A confermare l’assoluto disinteresse di Mountain View nei confronti di un simile progetto è Chris Messina, membro del team Google e indicato come leader dello sviluppo del social network. Nel corso di una conferenza dedicata agli sviluppatori ed organizzata dal colosso delle ricerche, Messina ha infatti smentito ogni voce sostenendo di non essere a conoscenza di alcun piano relativo alla realizzazione di un nuovo servizio in salsa social, che con ogni probabilità non vedrà quindi mai la luce.

Nella giornata di ieri si è infatti diffusa l’ipotesi di un nuovo prodotto targato Google pronto ad essere svelato, con una forte impronta social a caratterizzarne l’essenza. Nonostante l’insuccesso di alcuni progetti legati a tale dimensione, quale ad esempio Google Buzz, le prime voci parlavano di una seria intenzione da parte del gigante delle ricerche di costruire un proprio social network. Quasi a consacrare tali ipotesi è giunto poi un tweet di Tom O’Reilly, celebre guru del web, che dichiarava di aver visto in anteprima Google Circles. Tale messaggio si è rivelato poi essere stato interpretato in maniera errata, non essendo Circles un social network quanto invece un nuovo progetto con cui Google vuole sfruttare i dati provenienti dal social per i propri servizi.

Il mondo delle reti sociali può dunque continuare a dormire sonni tranquilli: il gigante Google non sembra avere infatti l’intenzione di tuffarsi in un mare in cui potrebbe certamente ricoprire il ruolo dello squalo, ma a quanto pare povero di particolare interesse per i vertici di Mountain View. Il dominio di Facebook non è così in discussione, con altri nomi che cercano di spartirsi la restante fetta del mercato. Google Circles, però, potrebbe comunque avere in prospettiva un suo ruolo di prim’ordine: Google intende catturare quante più informazioni possibili dai social network ed uno strumento che consentisse di penetrare le mura di Facebook potrebbe avere molto più valore che non un alter-Facebook che, infatti, è stato seccamente ed inequivocabilmente smentito.

Fonte: All Things Digital • Via: ReadWriteWeb • Notizie su: