QR code per la pagina originale

Microsoft rettifica: Zune non è morto

,

Nella giornata di ieri è stata diffusa la notizia in base alla quale Microsoft avrebbe deciso l’abbandono della piattaforma Zune e l’interruzione della produzione del media player Zune HD. Oggi però è arrivata la smentita ufficiale dell’azienda: il supporto a Zune continuerà e saranno presto annunciate novità su hardware e applicazioni.

Bloomberg aveva pubblicato le informazioni ricevute da una persona vicina a Microsoft, ma Dave McLauchlan, Senior Business Development Manager per Zune ha voluto bloccare subito tutte le discussioni sulla questione:

Tutti i prodotti di elettronica di consumo hanno una durata di vita e Zune HD è in commercio da 18 mesi. L’hardware di Zune è nei telefoni WP7, e noi continueremo a vendere e supportare la linea Zune HD. Come promesso, continueremo a sviluppare nuove applicazioni e giochi per la piattaforma.

Microsoft ha investito molto sull’ultima versione del dispositivo multimediale (uno dei primi ad integrare il chip Tegra di NVIDIA), in commercio dal 15 settembre del 2009, ma non è riuscita a contrastare il monopolio dell’iPod touch e nemmeno l’avanzata degli smartphone, diventati ormai veri e propri media center.

Nonostante lo scarso successo di vendite (Zune HD è disponibile solo nei negozi di Stati Uniti e Canada) e l’arrivo di un nuovo servizio di streaming digitale, Microsoft continuerà quindi lo sviluppo hardware e software per integrare Zune con Xbox 360 e Windows Phone 7, che proprio da Zune ha ereditato l’interfaccia utente Metro.

Notizie su: