QR code per la pagina originale

Destination Maps: la navigazione indoor

NAVTEQ ha realizzato un software di navigazione indoor per aiutare gli utenti nella ricerca dei punti di interesse all'interno di grandi edifici.

,

NAVTEQ ha annunciato il lancio di Destination Maps, elemento che rappresenta una nuova generazione di software per la navigazione indoor, principalmente all’interno di grandi edifici come i centri commerciali, fornendo agli utenti informazioni dettagliate sulla posizione degli ascensori, delle scale mobili o di altri punti di interesse. Destination Maps quindi «consente alle applicazioni basate sulla localizzazione di varcare la soglia dei grandi complessi edilizi e spingersi così oltre strade e marciapiedi».

NAVTEQ indica i punti di interesse con il termine “attributi pedonali”, con i quali sono descritti gli interni degli edifici, consentendo anche il riconoscimento dei diversi piani (chiamati Z-levels). In questo modo le applicazioni possono “capire” i movimenti tra i diversi livelli e generare indicazioni di percorso (Virtual Connections) che tengono conto del modo tipico di spostarsi dei pedoni, ad esempio “tagliando” le aree aperte.

Il prodotto integra anche funzionalità già note agli utenti dei classici navigatori stradali, come la ricerca di specifiche categorie di punti di interesse (cinema, bar), a cui si aggiungono indicazioni su alcuni tipici servizi che è possibile trovare solo nei grandi edifici aperti al pubblico, come la posizione delle toilette più vicine o le uscite di emergenza.

Con il servizio NAVTEQ LocationPoint Advertising, gli utenti possono inoltre ricevere messaggi promozionali, offerte speciali e buoni sconto in base alla loro posizione di prossimità con il punto vendita interessato.

NAVTEQ prevede di realizzare inizialmente la mappatura dei maggiori centri commerciali negli Stati Uniti, ma in futuro saranno incluse altre tipologie di edifici e il prodotto verrà commercializzato anche in Europa e Asia. Attualmente Destinations Maps copre circa 200 centri commerciali con una superficie superiore ai 70.000 mq.

Il vice presidente di NAVTEQ Tom Fox, responsabile mappe e contenuti per le Americhe, ha dichiarato a proposito del lancio programmato: «Con il progressivo sviluppo delle tecnologie di indoor positioning, NAVTEQ Destination Maps supporterà applicazioni progressivamente sempre più sofisticate che consentiranno ad esempio di localizzare la posizione di un amico all’interno del centro commerciale, oppure di sapere in tempo reale il numero di persone presenti in un dato ristorante».

Nessuna informazione tecnica relativa al funzionamento del software è stata invece comunicata dall’azienda. Si ipotizza l’utilizzo di un’antenna GPS ibrida abbinata ad un layer di realtà aumentata. NAVTEQ non ha chiarito quali saranno le piattaforme mobile supportate dall’applicazione, ma la prima dimostrazione è stata fatta su di uno smartphone Nokia N8.

Via: Engadget • Notizie su: