QR code per la pagina originale

Nuova tecnologia per i comandi vocali in iOS 5?

L'introduzione di iOS 5 potrebbe essere accompagnata da una nuova tecnologia relativa al riconoscimento dei comandi vocali per i dispositivi portatili Apple

,

Neanche il tempo di annunciare le date del WWDC 2011 che i biglietti a disposizione per partecipare all’evento sono andati esauriti in poche ore. Al Moscone West Center di San Francisco Apple presenterà alla community di sviluppatori le prossime novità in arrivo sui dispositivi iPhone, iPad, iPod e Mac. Tra queste, stando a un’indiscrezione di queste ore, anche una migliore integrazione dei comandi vocali introdotta con iOS 5.

Si tratterebbe di una tecnologia realizzata in seguito all’acquisizione della società Siri, avvenuta nella primavera 2010. Il team, prima di passare sotto l’ala di Apple, si occupava infatti dello sviluppo di soluzioni e servizi di assistenza mobile, per consentire agli utenti di portare a termine azioni come la prenotazione di un posto al ristorante o l’esecuzione di semplici operazioni semplicemente parlando.

Con l’introduzione di una simile novità nella piattaforma iOS 5, gli sviluppatori third party potrebbero integrare la tecnologia per il riconoscimento degli input vocali all’interno delle loro applicazioni, anche se a tal proposito mancano al momento conferme da fonti vicine all’azienda.

Il rumor va comunque a rafforzare ipotesi già avanzate nei mesi scorsi da testate autorevoli come il New York Times e il Wall Street Journal, secondo le quali i tecnici Apple sarebbero impegnati nello studiare sistemi innovativi per venire incontro a tutti quegli utenti poco entusiasti di utilizzare esclusivamente le tastiere virtuali dei device di ultima generazione. Inoltre, all’inizio del mese l’azienda di Cupertino aveva pubblicato annunci per la ricerca di tre esperti da assumere nel ruolo di “iOS Speech Operations Engineer”.

L’esordio di iOS 5 dovrebbe avvenire nel corso del prossimo autunno, secondo alcuni in concomitanza con il lancio dell’iPhone 5. Al contrario di quanto avvenuto negli anni passati, Apple potrebbe dunque mancare l’appuntamento con il lancio del nuovo smartphone in occasione del WWDC di giugno. A rendere più credibile questa ipotesi, il fatto che non sarebbero ancora stati inoltrati gli ordini per le componenti hardware da integrare nel prossimo iPhone.

Notizie su: