QR code per la pagina originale

Panasonic al Photoshow 2011- Intervista a Tullio Parrella

,

Panasonic Photoshow 2011 In occasione del recente Photoshow 2011 di Milano, l’incontro con il product manager della divisione Digital Imaging di Panasonic Italia, Tullio Parrella, ci ha permesso di fare il punto della situazione sulla strategia del noto brand nipponico per quanto riguarda fotocamere compatte, videocamere Full HD, e le esclusive e versatili mirrorless con sistema Micro 4/3.

Ciao Tullio, parlaci delle ultime novità Panasonic.

La nostra gamma è strutturata su tre livelli: fotocamere con ottiche intercambiabili compatibili con il sistema Micro 4/3 e identificate dalla sigla G, poi la grande famiglia delle compatte Lumix che rispondono a ogni esigenza, per finire le videocamere HD. Al Photoshow presentiamo alcune nuove compatte Lumix della rinomata serie TZ, pensate per chi è sempre in movimento, e una nuova videocamera Full HD d’ingresso sul mercato. Inoltre estendiamo la compatibilità delle nostre esclusive lenti 3D a ben quattro modelli di videocamere ad alta definizione. Per finire, finalmente la nostra serie Lumix G con sistema Micro 4/3 ha un parco ottiche veramente ampio e strutturato.

Concentriamoci sulle novità e partiamo dalle videocamere.

Come ti ho detto, abbiamo quattro modelli 3D Ready: montando l’obiettivo di conversione opzionale ora possono registrare immagini tridimensionali a una risoluzione di 1.080×960 pixel. Mentre nel corso del 2010 avevamo presentato la prima videocamera consumer 3D ora quest’opzione è estesa ai modelli SD90, SD800, TM900 e HS900, tutti Full HD.

Ci avevi parlato di un modello entry level Full HD.

Si tratta della SD40, una videocamera Full HD super leggera e dal design elegante, che si affianca alla più potente SD80 già a catalogo. Abbiamo pensato di offrire la massima definizione con un allettante prezzo d’ingresso sul mercato, poco meno di 400 euro, oltre a tutte quelle funzioni che ci si aspetta di trovare, tra cui alcune esclusive: zoom ottico 16,8x, illuminatore video a LED, modalità Intelligent Auto per la selezione dei migliori parametri di ripresa secondo la scena e la luce ambientale, display 16:9 con diagonale di 2,7”. La caratteristica più interessante è lo stabilizzatore d’immagine Power OIS Hybrid, un sistema misto ottico/elettrico che identifica sia i minimi movimenti del polso sia quelli più ampi – in senso orizzontale e verticale – di tutto il braccio, correggendoli usando una lente per il sistema ottico e un sensore per quello elettrico.

Passiamo alle fotocamere compatte…

Come ti ho anticipato la gamma Lumix copre ogni esigenza, ma le vere novità sono tra le super zoom da viaggio. Si tratta della gamma TZ, da sempre apprezzata da parte degli utenti. I due modelli TZ18 e TZ20 hanno molte caratteristiche in comune: obiettivo grandangolare Leica DC Vario da 24 mm con zoom ottico 16x, risoluzione di 14,1 megapixel, modalità Intelligent Auto per la scelta dei parametri di scatto ideali per ogni scena ripresa, stabilizzazione ottica Power OIS motorizzata, schermo posteriore da 3”, e spessore di soli 33 millimetri. La TZ20 implementa alcune funzioni esclusive che la rendono unica nel panorama delle compatte da viaggio con ottica grandangolare e zoom esteso. Infatti, registra video Full HD 1.080/50i in formato AVCHD Lite, lo schermo posteriore diventa touch con il completo controllo della macchina attraverso di esso, applica un effetto 3D alle immagini, per finire foto e video sono geolocalizzati grazie al GPS integrato.

Abbiamo finito con le novità, ma prima ci hai parlato di un ampliamento del parco ottiche per il sistema Micro 4/3, spiegaci nel dettaglio.

Finalmente uno dei limiti delle nostre mirrorless Lumix G è superato, quello delle ottiche disponibili: abbiamo 11 obiettivi che coprono focali da 14 a 600 mm nel formato 35 mm, più un esclusivo obiettivo 3D a fuoco fisso e un modello Leica 45 mm Macro. Inoltre i recenti annunci d’importanti brand, come Sigma, Zeiss e Schneider-Kreuznach, fa ben sperare per il futuro, senza dimenticare la compatibilità con le lenti sviluppate da Olympus per le proprie Micro 4/3 e usabili sulle nostre Lumix serie G.

Sia nelle videocamere sia nelle Lumix G fa capolino il 3D, qual è la vostra strategia in questo mondo?

Puntiamo a sviluppare una base di prodotti 3D Ready, puntando soprattutto alle videocamere consumer, con già quattro modelli disponibili sul mercato. La lente sviluppata per le fotocamere Lumix G è solo la prima, e con un semplice aggiornamento del firmware è possibile utilizzarla sui nostri tre modelli di punta: GH2, GF2 e G2. Il mercato si sta muovendo, con una sempre più ampia disponibilità di contenuti fruibili, e noi puntiamo a esserne assoluti protagonisti.

Notizie su: