QR code per la pagina originale

Windows Phone dietro Android entro il 2015

IDC prevede che Android dominerà nel settore mobile fino al 2015, seguito da Windows Phone 7: lo studio prevede invece per iOS crescita zero.

,

Android ha ottenuto un gran successo nell’arco del 2010 ed è destinato a fare ulteriori passi in avanti nel corso del 2011. Secondo le stime, sarà entro fine anno il sistema operativo mobile più diffuso, e rimarrà in questa prima posizione fino al 2015, seguito da Windows Phone, iOS e Blackberry.

Le previsioni su quello che sarà il mercato mobile nei prossimi anni sono state effettuate da IDC (International Data Corp.): in quattro anni, Windows Phone 7 dovrebbe riuscire ad occupare una fetta di mercato pari ad 1/5, piazzandosi in seconda posizione dietro al sistema operativo open source realizzato da Google, la cui posizione da leader dovrebbe stabilizzarsi definitivamente entro questi mesi che mancano a concludere l’anno in corso. IDC vede quindi in prospettiva un forte recupero per WP7, sancendo così il successo di una piattaforma ad oggi perlopiù eclissata da una concorrenza troppo ingombrante per lasciar spazio ai nuovi arrivi.

Il mercato mobile nel 2015

Il mercato mobile nel 2015

Fino al lancio di Windows Phone 7, avvenuto a fine 2010, Microsoft aveva continuamente perso utenza con Windows Mobile, mentre gli altri sistemi operativi hanno saputo offrire nuove esperienze ai consumatori e hanno rubato proprio al colosso di Redmond una consistente quota. Il nuovo OS dovrebbe però riuscire a imporsi sul mercato e l’azienda di Steve Ballmer arrivare così ad un importante traguardo, forte anche del recente accordo stretto con Nokia. La situazione di Apple e RIM non dovrebbe invece cambiare più di tanto rispetto a quella attuale.

Trattasi da parte di IDC di previsioni estremamente coraggiose poiché mettono da parte quello che è il sistema dominante ad oggi: iOS. Apple può comunque nutrire fondate speranze se è vero che in passato il medesimo studio aveva previsto un successo per Symbian fino al 2013, proprio quel Symbian abbandonato invece  in fretta e furia da Nokia in favore di Windows Phone 7.

Fonte: Computer World • Notizie su: