QR code per la pagina originale

FujiFilm FinePix X100 – prova prodotto

,

La FujiFilm FinePix X100 è una fotocamera esclusiva che si colloca tra i due mondi delle compatte e delle reflex, con ottiche intercambiabili, propendosi per i fotoamatori evoluti o i professionisti che cercano la massima qualità e il massimo controllo delle opzioni di scatto integrati in un corpo dal design retrò.

La FujiFilm FinePix X100, nuova compatta premium di FujiFilm, si ispira alle forme e all’estetica delle fotocamere del passato, implementando però le più recenti tecnologie della fotografia digitale. La prima presa in mano ci riporta immediatamente al design funzionale delle fotocamere a pellicola, con i selettori delle modalità di scatto – tempo, compensazione dell’esposizione, anelli di messa a fuoco manuale e dell’apertura – collocati con cura per facilitare il controllo della macchina.

Il design è minimale ed ergonomico, con un equilibrio pressoché perfetto tra comodità e facilità nell’utilizzo. Mentre nella parte superiore e sull’ottica troviamo i controlli principali, sul retro l’aspetto è quello di una moderna fotocamera digitale: un display LCD da 2,8” con 460 mila punti, affiancato a sinistra dai selettori del controllo dell’esposizione e della messa a fuoco, e della riproduzione degli scatti e della modalità di visione, a destra invece il blocco dell’esposizione, il tasto per accedere al menù principale, quello per scattare in RAW, e un selettore multifunzione ad anello con pulsante centrale.

La costruzione è curata in ogni dettaglio e la FujiFilm FinePix X100 trasmette ottime sensazioni per solidità e maneggevolezza, con un peso intorno a 450 gr comprese la batteria e la scheda di memoria SD. La parte superiore e quella inferiore sono realizzate in lega di magnesio, anche i selettori superiori sono in metallo. Lo chassis è stato rifinito con particolari in pelle in alta qualità, con una presa in mano comoda e sicura.

Basata su un sensore CMOS in formato APS-C da 12,3 megapixel ed equipaggiata con un’ottica Fujunon a focale singola equivalente a 35 mm con massima apertura di F:2, la FujiFilm FinePix X100 trova nel mirino ibrido la sua vera caratteristica esclusiva e innovativa. In pratica unisce la “cornice luminosa” tipicamente presente nelle fotocamere a pellicola di gamma alta, come anche nelle medio formato, al mirino elettronico delle cosiddette “mirrorless” o con ottica fissa. Così il mirino ibrido della FinePix X100 è in grado di accontentare tutti, sia i fotografi “tradizionalisti”, che apprezzano la nitidezza di un mirino ottico, sia quelli “moderni”, poiché visualizza numerosi dati tra cui la velocità dell’otturatore, apertura, bilanciamento del bianco, correzione dell’esposizione e la sensibilità ISO.

Tutti gli elementi del mirino galileiano, con ingrandimento di 0,5x, sono realizzati in vetro ad alto indice di rifrazione, con limitata aberrazione cromatica e distorsione. Il mirino ibrido, usando il prisma integrato per proiettare l’immagine visualizzata attraverso quello galileiano sullo schermo LCD da un milione e 440 mila pixel, può così mostrare sia la scena ripresa sia tutti i dati di scatto, oltre a visualizzare immediatamente le immagini riprese senza spostarsi sullo schermo posteriore.

I nostri scatti di prova compiuti all’interno dello stand FujiFilm della fiera Photoshow hanno permesso di apprezzare le prestazioni della FujiFilm FinePix X100, raggiunte grazie all’eccellente ottica Fujinon, sia nelle riprese macro, potendo contare sulla grande luminosità e sulla minima distanza di messa a fuoco di soli 10 centimetri, sia nei ritratti, in cui la focale equivalente di 35 mm restituisce proporzioni e colori naturali.

Gli ottimi risultati negli scatti sono raggiunti congiuntamente dall’ottica, dal sensore ad alta sensibilità (da 100 a 12.800 ISO), e dal nuovo processore EXR: è caratterizzato da una migliore risoluzione e da un range dinamico più ampio, oltre a garantire una risposta più rapida nell’elaborazione dei segnali.

La nuova compatta premium FujiFilm FinePix X100 è venduta a un prezzo al pubblico di 999 euro.

Notizie su: