QR code per la pagina originale

Ubisoft annuncia Anno 2070

I problemi ecologici al centro del nuovo capitolo della serie strategica Anno

,

Ubisoft pubblicherà nel corso dell’inverno Anno 2070, realizzato in esclusiva per PC grazie alla collaborazione tra Related Designs e Blue Byte. Il gioco permetterà di calarsi “in un mondo ispirato alle sfide di oggi e alla tecnlogia di domani”, come promettono gli autori. Uno speciale motore grafico, sviluppato appositamente da Related Designs, offrirà tra l’altro una comparto tecnico del tutto rinnovato rispetto ai precedenti titoli della serie.

Secondo quanto riportato dal sito CVG, in Anno 2070 l’umanità si trova costretta ad adattarsi a vivere in un mondo profondamente trasformato da cambiamenti climatici che hanno reso interi territori del tutto inospitali. Grazie a particolari tecnologie si dovranno affrontare sfide ecologiche cercando al tempo stesso di edificare i propri imperi in questo mondo devastato: alla nuova ambientazione si accompagneranno allora inedite introduzioni in termini di gameplay.

I giocatori potranno anche edificare enormi città, decidendo, per mezzo delle proprie scelte, il modo in cui lo scenario evolverà nel corso della partita. L’aspetto del mondo di gioco, l’architettura degli ambienti, le necessità delle popolazioni e molto altro ancora, saranno tra gli elementi che risentiranno dell’influenza diretta dell’approccio scelto di volta in volta.

Si avrà modo inoltre di selezionare una fazione, tra le due disponibili, per dare inizio al proprio impero: i Tycoon rappresenteranno il gruppo più tecnologico e operoso, mentre gli Eco preferiranno un approccio maggiormente attento ai bisogni dell’ambiente.

Numerose, infine, le modalità di gioco: a una articolata campagna in single player, si affiancherà la Continuous Mode, ancora in singolo. L’obiettivo sarà dar vita a una civiltà il più grande possibile, senza alcun limite di tempo. Anno 2070 supporterà anche il gioco online, includendo ulteriori possibilità di divertimento in multiplayer.

Notizie su: