QR code per la pagina originale

Apple pensa al video cloud?

,

Apple starebbe per lanciare un nuovo servizio video basato sul cloud, di vasta portata e focalizzato interamente sui filmati, che sarebbero disponibili forse sotto abbonamento. Lo ha rivelato Peter Misek, analista di Jefferies, che spiega come a Cupertino sarebbero al lavoro su un sistema simile a Netflix.

“Apple ha imparato molto dalla disponibilità di Netflix sulla sua Apple TV, e siamo convinti che implementerà un servizio molto simile”.

Con questo servizio Apple andrebbe a distribuire i video tramite una tecnologia basata sul cloud e ne permetterebbe la visualizzazione su tutti i dispositivi della Mela, in modo da offrire sia maggiori possibilità all’utenza che possiede più di un device targato Apple, sia da rendere più dinamica la distribuzione dei contenuti.

Per arrivare a tale supposizione, l’analista ha tenuto in considerazione l’enorme data center nel North Carolina, indispensabile per reggere il peso dei contenuti video. L’azienda ha poi tenuto conto delle possibilità che potrebbe offrire ad esempio iPad con un servizio del genere, inoltre si ricorda che il gruppo ha chiesto a Cablevision di rimuovere i canali video dalla loro app per iPad. È possibile che svariate società stiano negoziando un qualche tipo di accordo con Cupertino, ed è facile credere che l’azienda voglia rivoluzionare il settore del video proprio nello stesso modo in cui ha rivoluzionato il mondo della musica con iTunes, quello della telefonia mobile con iPhone, del tablet con iPad.

Misek ha preventivato che se a Cupertino lanceranno la TV interattiva e tale servizio cloud, permettendo una fruizione dei video in streaming sui dispositivi già esistenti, l’azienda potrebbe trarne ingenti profitti: si parla di entrate nel 2012 pari a 150-170 miliardi di dollari. Apple dunque vedrebbe accrescere ulteriormente il suo fatturato e potrebbe profilarsi all’orizzonte un nuovo, grande successo.

Notizie su: