QR code per la pagina originale

Nuovi Mac Pro per rimpiazzare gli Xserve?

,

Se Cupertino chiude una porta, Steve Jobs apre un portone, verrebbe da dire. La prossima revisione del Mac Pro in arrivo a breve dovrebbe essere profondamente rivista tanto del design che nelle funzionalità: sarà più piccola, sottile e avrà un form factor a rack che ben si concilia con le esigenze corporate più spinte. Potrebbe, in altre parole, ricoprire il ruolo che un tempo apparteneva ad Xserve.

Se le indiscrezioni riportate da 9to5Mac si riveleranno veritiere, Apple potrebbe presto immettere sul mercato una nuova versione di Mac Pro di dimensioni ridotte rispetto al design attuale, immutato da ben otto anni a questa parte. E le misure, molto più compatte e minimaliste degli 8 pollici cui siamo abituati, non sono state scelte a caso:

“Il nuovo design più sottile dovrebbe scendere a poco più di 5 pollici di larghezza e un’altezza di circa 19 pollici. Uno dei motivi per cui Apple potrebbe scegliere di creare un prototipo di Mac Pro più piccolo è perché lo si può incastonare in cabinet a rack standard.”

Una decisione che capita a fagiolo, visto che recentemente – tra le contestazioni degli utenti – Apple ha abbandonato la linea Xserve lasciando sostanzialmente un vuoto nella propria offerta. Vuoto che potrebbe venir colmato con questo approccio originale, e che fornirebbe interessanti opzioni di configurazione:

“La nuova macchina dovrebbe montare drive in stack, due per ogni alloggiamento, il che consentirebbe di avere una densità di drive maggiore di quella attuale. Questi stack non sono costruiti soltanto per gli hard drive convenzionali, ma anche per i più veloci e affidabili SSD in differenti configurazioni. Lo spessore di un sistema in tale configurazione dovrebbe corrispondere a 3U standard (U0=1,75 pollici).”

In un sistema siffatto, si potrebbe persino ipotizzare una configurazione ibrida con harddisk magnetici ed SSD, il che apre la porta ad inedite prospettive, almeno per il resto di noi. Anche perché, secondo le stesse indicazioni di Apple, con l’offerta attuale per sostituire un vecchio XServe servono dai 3 ai 30 Mac Mini. Non proprio quello che definiremmo un compromesso ottimale.

Notizie su: