QR code per la pagina originale

Samsung: vogliamo vedere l’iPhone 5 e l’iPad 3

Samsung chiede che Apple mostri in anteprima iPhone 5 ed iPad 3 per consentire di valutare l'eventuale somiglianza con la linea Samsung Galaxy.

,

Samsung pretende parità di trattamento ed invia ad Apple una richiesta che, nata sicuramente come una provocazione, va ad aumentare ulteriormente la temperatura delle tensioni tra i due gruppi. Quel che Samsung chiede alla controparte è di mostrare i progetti ed i prototipi dell’iPhone 5 (o “4S”) e dell’iPad 3, i due device che il gruppo di Cupertino si appresta a portare sul mercato.

Trattasi di una chiara provocazione in risposta alla missiva (accettata dalla Corte) con cui Apple ha chiesto a Samsung di togliere i veli sui nuovi prodotti. La richiesta Apple era motivata dalla necessità di valutare se estendere o meno la propria denuncia di violazione di proprietà intellettuale a seguito della copia dei device di Cupertino. Apple sostiene di essere stata copiata, insomma, e vuole vedere preventivamente se Samsung stia perpetrando le proprie azioni anche sui device in preparazione. All’accettazione della richiesta Apple, però, scatta la contromossa: anche Samsung chiede che la controparte sveli in anticipo le proprie carte.

Le carte della richiesta Samsung

Le carte della richiesta Samsung

La richiesta ha sicuramente una motivazione solida, ma la natura è differente rispetto al caso precedente: mentre Apple ha chiesto di poter vedere prodotti già svelati alla stampa, Samsung sta chiedendo invece di vedere prodotti sui quali Apple non ha dichiarato alcunché. A livello formale, insomma, l’iPhone 5 e l’iPad 3 non esistono, ma è altresì chiaro il fatto che i laboratori Apple siano pronti a svelarne le caratteristiche. Samsung basa la propria richiesta sui rumor di questi mesi e sulla storia Apple, dunque su indizi che preludono al rilascio dei nuovi device in tempi brevi.

Samsung motiva la propria richiesta di svelare iPhone 5 ed iPad 3 entro il 13 giugno con la necessità di vedere i futuri prodotti Apple al fine di valutare se possano esservi confusioni tra i prodotti dell’una e dell’altra parte. Anche Samsung, insomma, intende portarsi un passo avanti così come hanno fatto i legali Apple, ma sia per l’una che per l’altra parte la richiesta sembra motivata da tutto fuorché da motivi legali: vedere in anteprima i prodotti della concorrenza, infatti, potrebbe consentire di rettificare il tiro e meglio rispondere alle minacce di mercato dei prodotti altrui.

La guerra dei tablet, insomma, si combatte a partire dai tribunali. E la causa Apple vs Samsung è in tal caso del tutto strategica.

Fonte: This is my next • Via: 9to5 Mac • Notizie su: