QR code per la pagina originale

Windows Phone 7 sorpasserà l’iPhone nel 2015

Secondo le previsioni IDC, nel 2011 il mercato smartphone aumenterà del 55%. Nel 2015 Windows Phone 7 supererà iOS, mentre giungerà la fine di Symbian.

,

Ottobre 2010: Microsoft lancia ufficialmente Windows Phone 7, dichiarando virtualmente guerra ad Android ed iOS, dominatori della scena mobile. Una guerra combattuta a colpi di funzionalità e caratteristiche tecniche per la conquista di fette di mercato. Una guerra che, secondo le previsioni redatte da IDC, vedrà Microsoft sconfiggere Apple entro la fine del 2015.

In base ai dati di crescita raccolti negli ultimi mesi e alle proiezioni sui trend futuri, infatti, Microsoft potrebbe conquistare con Windows Phone 7 il 20% del mercato mobile, mentre ad Apple spetterebbe solo il 16,9%. Per il gruppo di Redmond è previsto dunque un importante balzo in avanti nei prossimi 4 anni, passando dal 3,8% attuale a circa un quinto dell’intero settore dei dispositivi mobili, con il raggiungimento della seconda piazza sul podio della classifica mondiale dei sistemi operativi per smartphone.

La crescita di WP7 sarà fortemente legata al successo dell’accordo con Nokia, i cui primi frutti sono attesi entro pochi mesi. Proprio per la società finlandese si prospetta invece un vertiginoso crollo: il sistema operativo Symbian, già con l’acqua alla gola ed incapace di rispondere alle offensive della concorrenza, scenderà dall’attuale 20,6% allo 0,1% dell’intero mondo della telefonia mobile, abbandonando di fatto la scena principale in favore delle altre piattaforme che ne decreteranno la fine.

Le proiezioni per il 2015 di IDC

Più in generale, secondo le previsioni IDC, il mercato degli smartphone sarà caratterizzato da un aumento del 55% nel 2011, spinto dal calo dei prezzi e dall’aumento delle funzionalità nei modelli di fascia medio-bassa: tali fattori permettono infatti ad un più ampio range d’utenza di abbandonare i classici telefoni cellulari in favore di dispositivi di più recente tecnologia, in grado di rappresentare valide alternative per la navigazione in Rete e per eseguire operazioni precedentemente impensabili.

Fonte: IDC • Via: Neowin • Notizie su: