QR code per la pagina originale

L’Italia di Facebook e di Badoo

Continua la crescita di Facebook, seguito da Twitter e LinkedIn. In Italia continua a riscuotere grande successo Badoo.

,

Facebook è ormai vicina al traguardo dei 700 milioni di utenti, anche se la percentuale di crescita mensile ha subito un rallentamento, probabilmente a causa della saturazione del mercato in alcuni paesi. Continua invece la sua crescita in Africa e in Iran e Siria, nonostante i tentativi di censura da parte dei governi. E in Italia, a differenza degli altri paesi occidentali, alle spalle di Facebook si posiziona Badoo.

La mappa mondiale dei social network è dunque sempre più di colore blu. Negli Stati Uniti e in Canada, infatti, Facebook non ha rivali. In America del Sud invece resiste ancora Orkut, il servizio offerto da Google e molto diffuso in Brasile, ma secondo i dati forniti da Alexa e Google Trends for Website, il destino sembra segnato anche nel paese carioca: molto presto Orkut lascerà il posto al sito di Mark Zuckerberg ed anche l’America del Sud sarà così conquistata completamente.

Rispetto al mese di dicembre del 2010, Twitter ha raggiunto il secondo posto negli Stati Uniti, in Francia e in Germania, mentre LinkedIn si avvicina alla terza posizione. Tra i paesi occidentali, solo in Italia, Russia e Spagna, Twitter non ha ancora trovato sufficiente credito: in Italia, soprattutto, molti utenti hanno scelto Badoo, recentemente bloccato in Iran e Arabia Saudita, il quale basa sulla ricerca dell’anima gemella le proprie dinamiche sociali.

Se l’Europa è il continente con più iscritti a Facebook (205 milioni), diverso è il discorso per la Russia, dove è in corso una lotta interna tra V Kontakte e Odnoklassniki, oggi i primi due social network del paese. Tra le nazioni ex sovietiche, solo il Kazakistan è stato conquistato da Facebook. Nessuna possibilità per ora in Cina, dove è praticamente impossibile l’ingresso sul mercato da parte delle aziende occidentali. Il social network più utilizzato è QZone, creato nel 2005 da Tencent, azienda leader in molti settori dall’instant messaging all’e-commerce.

Fonte: Vincenzo Cosenza • Notizie su: