QR code per la pagina originale

Sparisce l’hosting iWeb da Mobile Me?

,

Dite addio ad iWeb e alla comodità dell’hosting di Cupertino integrato all’interno dell’applicazione. A cambiare tutto arriva iCloud, e con esso alcune nostre abitudini verranno spazzate semplicemente via. La conferma la dà Steve Jobs in persona in un’email rivolta ad un utente.

Da tanto che si parla della possibilità che Apple possa rinunciare ad includere iWeb e iDVD nella sua suite multimediale, e il fatto che non ci siano stati aggiornamenti importanti per tali app in iLife ’11 è probabilmente la prova più evidente del fenomeno. Motivo per cui, un utente preoccupato dalle indiscrezioni ha colto la palla al balzo e contattato direttamente l’iCEO:

Caro Mr. Jobs, devo cercarmi un’altra app per la costruzione di siti Web e qualcun altro per l’hosting? Su iWeb ho investito sopra molto tempo ed energie, e l’idea di dover imparare tutto da capo fa più pena di quanto non abbia mai fatto Mobile Me in passato.

La risposta, stringatissima, è lapidaria:

Sì.

La cosa di per sé non è tragica, ma ben comprendiamo il legittimo scorno di chi ha speso parecchio tempo per impratichirsi con iWeb e su di esso ha fondato la costruzione e manutenzione dei propri siti Web. Le alternative alla pubblicazione su Mobile ME per fortuna non mancano: WordPress.com, Blogger, Tumblr e Posterous sono servizi gratuiti ma con poche decine di euro l’anno si acquistano domini veri e propri. Per la parte dell’upload è sempre possibile effettuare un salvataggio in locale e poi avvalersi di client FTP generici. Cyberduck, per esempio, è gratuito e ricco di funzionalità, ma se cercate l’eleganza tipica del Mac forse propenderete per Transmit di Panic.

Chi volesse portarsi avanti col lavoro, infine, può dare un’occhiata a RapidWeaver e Sandvox. Due eccellenti (e maggiormente accessoriate) alternative ad iWeb, acquistabili per poche decine di euro sul Mac App Store. Provare per credere.

Notizie su: