QR code per la pagina originale

Altroconsumo denuncia Apple sulle garanzie

,

Altroconsumo accusa Apple di non rispettare la legge italiana che obbliga i produttori a fornire due anni di garanzia commerciale ai clienti. I prodotti della casa di Cupertino sono infatti coperti per soli 12 mesi, al termine dei quali è possibile estendere la copertura per un altro anno con la AppleCare Protection Plan. Altroconsumo non ci sta e ha denunciato Apple all’Antitrust per pratica commerciale scorretta.

Tramite un apposito intervento, viene ricordato come l’articolo 130 del Codice del Consumo indichi che sui prodotti acquistati sia in negozio che online, sempre in riferimento al territorio italiano, vi sia il diritto di garanzia per difetti di fabbricazione di due anni. Apple è scorretta non solo perché ne fornisce uno e, secondo Altroconsumo, spingerebbe anche la clientela ad acquistare la garanzia aggiuntiva a pagamento tramite l’AppleCare Protection Plan. Si legge:

“I commessi dei punti vendita Apple avvertono il cliente che i prodotti venduti sono coperti da una garanzia commerciale Apple della durata di un solo anno (omettendo di fornire informazioni sull’esistenza della garanzia di conformità) e propongono addirittura l’acquisto di una garanzia extra a pagamento per estendere la copertura per ulteriori 12 mesi.”

Anche sul versante online Apple non sarebbe trasparente, poiché sul sito ufficiale, e più nello specifico nelle pagine che illustrano le caratteristiche dei vari device in vendita, si legge che:

“prodotti e accessori sono coperti da una garanzia Hardware limitata ai difetti di fabbricazione per un anno dalla consegna.”

L’articolo 130 del Codice di Consumo, però, indica ben altro, visto che sono due gli anni a cui si ha diritto di esser coperti dopo l’acquisto di un prodotto. Per tale motivo, se con le apposite verifiche che saranno condotte l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (l’Antitrust) indicherà che Apple ha avuto un comportamento scorretto, l’azienda di Cupertino potrebbe essere soggetta a sanzioni e, tra le tante ipotesi, è probabile che debba provvedere a un rimborso per quella clientela che ha acquistato un’Apple Care Protection Plan.

Notizie su: ,