QR code per la pagina originale

Olivetti Olipad 110, il nuovo tablet made in Italy

Olivetti aggiorna il proprio tablet, aggiungendo caratteristiche hardware in grado di offrire migliori prestazioni. Il prezzo sarà pari a 399 euro.

,

Ha per lungo tempo avuto un ruolo di secondo piano nel mercato digitale mondiale, dopo aver spalancato le porte all’arrivo dell’era digitale. Ha poi deciso di tornare sul palcoscenico, segnando di fatto il debutto dell’Italia nel mondo tablet. Trattasi chiaramente di Olivetti, che dopo il primo esperimento targato Olipad 100 ci riprova con un nuovo modello, l’Olipad 110.

La nuova tavoletta tricolore si presenta essenzialmente come un aggiornamento della precedente edizione, sia in termini di design che di componentistica hardware. Il cuore del device sarà infatti un microprocessore NVIDIA Tegra 2 dual-core, garantendo dunque prestazioni sensibilmente migliori rispetto al suo predecessore e creando le condizioni adatte all’utilizzo di Honeycomb 3.1, la nuova versione del sistema operativo Android.

Lo spazio disponibile per l’archiviazione dei dati personali risulta esser pari a 16 GB, con la possibilità di installare una memoria esterna di tipo MicroSD tramite l’apposito slot. Quest’ultimo risulta essere affiancato da un ingresso mini USB e da un’uscita micro HDMI, con le quali sarà possibile collegare il tablet al proprio computer per la sincronizzazione dei file oppure ad una televisione con supporto HDMI per usufruire di un eventuale schermo ulteriore, più ampio di quello messo a disposizione da Olivetti  (avente diagonale pari a 10 pollici).

Tra gli accessori figurano inoltre due fotocamere, una da 2 Megapixel frontale ed una da 5 Megapixel posteriore. Il peso complessivo sarà pari a 600 grammi, mentre le dimensioni ammontano a 13,9x267x173 mm. La disponibilità sul mercato è prevista per la prossima estate ad un prezzo di 399 euro per unità: quest’ultima caratteristica potrebbe rappresentare un punto di forza, aggredendo il mercato con un prezzo accattivante agli occhi dell’utenza.

Fonte: Olivetti • Via: Engadget • Notizie su: