QR code per la pagina originale

Google e British Library, accordo per 250.000 libri

,

Davvero interessante l’accordo appena stretto fra Google e la British Library, atto a portare sui canali digitali del gruppo di Mountain View circa 250.000 testi risalenti al periodo tra il 1.700 e il 1.870. Un tentativo per diffondere la cultura di quell’epoca, grazie a una corposissima quantità di libri disponibili gratuitamente su Google Books.

Con tale stretta di mano, Google mette a segno un colpo grosso, dato che la British Library è tanto importante da vantare una collezione stimata intorno ai 14 milioni di testi. La digitalizzazione di questi non dovrebbe comportare difficoltà di alcun tipo, dato che si tratta di opere molto datate e, dunque, non più protette dal diritto d’autore.

Un tentativo da parte di Google per preservare la storia e la cultura e metterla a disposizione, del tutto gratuitamente, di coloro che navigano tra le pagine di Google Books. I 250.000 testi coinvolti nel progetto sono tomi, periodici, pamphlet per oltre 40 milioni di pagine inserite in un periodo storico che abbraccia molti eventi importanti per la storia mondiale, quali ad esempio la Rivoluzione Francese, la Rivoluzione Industriale, la Guerra di Crimea, la fine della tratta degli schiavi e tanto altro.

Molto soddisfatti della stretta di mano sia Google che British Library: il CEO Dame Lynne Brindley ha infatti spiegato che:

Nel XIX secolo, era un desiderio dei nostri predecessori dare a chiunque l’accesso a quante più fonti informative possibile, per assicurarsi che la conoscenza non fosse ristretta solo a coloro che potevano varcare la soglia di una biblioteca privata.

Un desiderio che diventa realtà, una realtà ormai alla portata di tutti, grazie all’accordo odierno siglato da Google e British Library.

Notizie su: