QR code per la pagina originale

Apple, prossimamente sul piccolo schermo

Fonti interne ad Apple avrebbero rivelato l'intenzione del gruppo di tuffarsi nel mondo della televisione con i primi apparecchi in arrivo entro fine anno.

,

Il marchio della Mela morsicata potrebbe comparire non solo su smartphone, tablet, player mp3 e computer, ma anche su apparecchi televisivi: sebbene i rumor relativi ad un televisore targato Apple siano in circolazione da alcuni anni, infatti, alcune fonti vicine al gruppo di Cupertino avrebbero rivelato a DailyTech l’intenzione da parte della società di mettere in commercio le prime TV con su il proprio logo entro la fine dell’anno.

In base alle dichiarazioni rilasciate da un dirigente Apple non meglio identificato, dunque, il gruppo guidato da Steve Jobs avrebbe già siglato accordi con alcuni dei principali produttori di apparecchi televisivi, tra i quali potrebbe figurare anche Samsung, da lungo tempo partner della Mela nella fornitura di componenti per la fabbricazione degli “iDevice”. Le eventuali TV Apple sarebbero dunque realizzate in collaborazione con altre società, ma vendute al pubblico con il brand del colosso di Cupertino.

Come da tradizione, i televisori in questione si integrerebbero al meglio all’interno dell’ecosistema Apple, conglobando alcune funzionalità e strumenti già noti: il sistema operativo predefinito potrebbe essere iOS 5, magari rivisto alla luce delle differenti caratteristiche tecniche di un simile dispositivo. Alcune funzioni tipiche della Apple TV potrebbero essere così integrate direttamente nella TV, senza la necessità di acquistare un ulteriore componente esterno. In tale scenario, iTunes potrebbe assumere un ruolo di primaria importanza, risultando il punto d’accesso ai contenuti in streaming forniti da Apple tramite il proprio store online. L’App Store potrebbe poi popolarsi di un’ulteriore categoria di applicazioni dedicate alla nuova piattaforma, incentrate prevalentemente al settore televisivo.

Una TV Apple rappresenterebbe di fatto una minaccia non solo per le aziende già presenti nel settore, le quali si ritroverebbero a competere con un gruppo che ha sempre colonizzato ogni campo nel quale ha messo piede, ma anche per le società che operano nella distribuzione di contenuti multimediali attraverso la Rete, possibilità che sarebbe con ogni probabilità appannaggio esclusivo del servizio ufficiale della Mela.

Fonte: DailyTech • Notizie su: