QR code per la pagina originale

Le email e gli italiani, un amore infinito

,

Anche se l’Italia non brilla nell’uso di internet e dei servizi di nuova generazione, almeno una cosa è certa: agli italiani piace molto utilizzare l’email. Anzi usare la posta elettronica è diventato per molti un qualcosa di quotidiano che fa parte del nostro modo di comunicare sia con gli amici che per lavoro. Insomma l’email è diventata oramai parte integrante della nostra vita. Questo particolare amore per la corrispondenza elettronica emerge da una ricerca condotta da MagNews in collaborazione con Nielsen denominata “Email Marketing Trends 2011“.

I dati che emergono da questo studio sono decisamente interessanti. Gli italiani posseggono mediamente 2,6 account di posta a testa e la propria corrispondenza viene verificata almeno una volta ogni ora indipendentemente dalla natura degli account.

Gli accessi avvengono prevalentemente da casa (80%) e per il resto dal proprio posto di lavoro. Va molto in voga anche l’uso della posta in mobilità, cosa che non stupisce vista la grande crescita di smatphone e tablet pc.

Chi si connette dal proprio dispositivo mobile oltre all’email accede con frequenza anche ai social network, alle chat e a molti servizi mobili come il VoIP e i video in streaming.

È interessante scoprire anche cosa gli italiani leggono prevalentemente nella proprio corrispondenza elettronica. Scopriamo dunque che le email più lette sono quelle relative all’eCommerce, ai viaggi, alle notizie, all’abbigliamento e agli argomenti legati al lavoro. Le email che non ci interessano invece le cancelliamo in automatico senza neanche leggerle.

I servizi di posta più utilizzati in Italia sono quelli di Libero, poi quelli di Hotmail, Alice e Gmail.

Insomma utilizzare le email ci piace molto tanto che il 52% degli italiani sarebbe disposto a comunicare i propri dati se questo comportasse l’invio di posta più mirata, tuttavia ci lamentiamo anche dell’eccessivo spam giornaliero.

Curiosamente l’utilizzo medio della posta aziendale è molto simile a quella personale anche se le email di lavoro si consultano di più in mobilità e non si utilizzano quasi mai per motivi personali.

Notizie su: