QR code per la pagina originale

Google+, prime impressioni sull’anti-Facebook

,

Google ha presentato nelle ultime ore Google+, il progetto con cui il gruppo di Mountain View intende sfidare direttamente Facebook e altri social network nati negli ultimi tempi. La piattaforma è attualmente aperta solo a invito, in modo tale da testare prima del lancio vero e proprio tutto ciò con cui gli utenti interagiranno.

La redazione di Engadget ne ha ricevuto uno e ha così potuto mettere in anteprima le mani su Google+. Grazie alla prova è possibile leggerne anche le prime impressioni.

Google ha finora ottenuto successo in qualsiasi segmento in cui sia entrato: email, software, ricerche, annunci e via dicendo, ma non era finora riuscito a lanciare qualcosa in grado di competere con lo strapotere di Facebook. È questo Google+ che permetterà all’azienda di Mountain View di farsi largo nel campo dei social network?

La pagina che permette di accedere alla piattaforma sembra piuttosto simile a quella di Facebook, ma quella della Home è costruita attorno a un flusso di contenuti proposti dagli amici, con aggiornamenti, link, foto ed altro. La funzione +Cerchie appare poi piuttosto comoda in quanto offre la scelta di inviare dei determinati contenuti solo a specifici gruppi, oppure di renderla pubblica a tutti.

Google ha lavorato per sottolineare l’importanza che hanno i contenuti nel proprio social network piuttosto che altri fattori, e ciò si nota anche nel fatto che gli elementi mostrati hanno una dimensione più grande rispetto a quella in Facebook, in particolare quando si tratta di contenuti multimediali come i video, ad esempio. Il pulsante +1 ricorda poi tanto il Mi Piace di Facebook.

I flussi dei contenuti appaiono anche nella parte sinistra della finestra e in questo riquadro si notano diversi elementi, come le condivisioni fatte da determinati gruppi, uno spazio per accedere a un client di chat esterno, un breve elenco degli amici e un pulsante per Twitter. Nella parte superiore invece trova spazio il campo per la ricerca, il tasto per tornare alla Home, quello per visualizzare le foto, profilo, notifiche e impostazioni.

A ogni modo, la funzione con cui Google sta cercando di distinguersi dai social network concorrenti è proprio +Cerchie. Non solo sarà possibile decidere chi visualizzerà o meno quanto pubblicato, ma si potranno anche creare gruppi a cui è possibile aggiungere e rimuovere contatti: è possibile separare i colleghi di lavoro dagli amici, si troveranno i contatti suggeriti e tanto altro. Il processo di creazione delle cerchie, appunto, è abbastanza dinamico, sembra funzionare bene e ha anche un’interfaccia semplice ma accattivante.

C’è poi +Spunti che interagisce col motore di ricerca di Google e, analizzando le preferenze e i gusti di un utente, va ad offrigli un feed di argomenti aggiornato in tempo reale. L’utente, in questo modo avrà a disposizione qualche notizia che potrà facilmente interessargli e condividerla così con gli altri.

La feature Hangout ha gli occhi puntati sul servizio di video chat di Skype e permette di farne di multiple nello stesso momento. Bisogna installare il plugin e si attiverà una finestra di Skype, ove verranno visualizzate le immagini dalle webcam di coloro con cui stiamo parlando. La funzione offre anche una piena integrazione con YouTube: gli utenti in chat e videochat potranno guardare un video insieme e, da lì, far partire una discussione.

Non manca Google+ Mobile che permette di accedere non solo da dispositivi con Android ma anche da quelli con iOS. In definitiva, secondo Engadget si tratta di un social network che potrebbe trovare il suo spazio e conquistare parecchia utenza, anche se probabilmente la parte più difficile sarà convincere le persone a cambiare la piattaforma sociale da utilizzare principalmente.

Notizie su: ,