QR code per la pagina originale

HP TouchPad: prime recensioni, poco entusiasmo

,

HP TouchPad si appresta a fare il suo debutto sul territorio americano, previsto per domani. Nella notte i siti specializzati hanno avuto il via libera per pubblicare le prime impressioni e recensioni sul tablet, che a conti fatti evidenziano come nemmeno il nuovo dispositivo di Palo Alto sia in grado di rappresentare una vera insidia per il business di Apple iPad. In sintesi, le potenzialità ci sono, ma non sono state sfruttate nel migliore dei modi, almeno per il momento.

Basato sul sistema operativo WebOS, il TouchPad di Hewlett-Packard offre alcune caratteristiche di tutto rispetto, a partire dall’interfaccia per giungere alla gestione del multitasking, passando dalla possibilità di effettuare la ricarica tramite il processo di induzione elettromagnetica. Sono però soprattutto le prestazioni a far storcere il naso, insieme all’attuale carenza di applicazioni.

Critiche anche in merito alla durata della batteria, che dai primi test risulta non all’altezza di quella equipaggiata nei tablet di Cupertino, con il 40% di longevità in meno. Qualche dubbio inoltre sul caricamento altalenante dei contenuti Flash all’interno del browser e all’utilizzo della tastiera virtuale, che in alcuni casi risulta poco comoda. La qualità dell’audio riprodotto sembra invece di prim’ordine, così come il sistema per la gestione delle notifiche integrato nel sistema operativo.

In definitiva, HP TouchPad è un tablet con grandi margini di miglioramento, sui quali l’azienda dovrà lavorare per rendere il proprio prodotto competitivo in un mercato che va via via saturandosi di alternative. Il processore Qualcomm dual core da 1,2 GHz andrà sfruttato al meglio per aumentarne le performance, così come la community di sviluppatori dovrà essere incentivata a realizzare applicazioni a hoc per il device. Per il momento, comunque, anche questa new entry del settore non sembra poter insidiare lo strapotere Apple.