QR code per la pagina originale

SleepWell raddoppia la durata della batteria

Un sistema chiamato SleepWell consente di raddoppiare la durata della batteria sui dispositivi: consiste in una tecnica per la gestione delle reti Wi-Fi.

,

Uno studente della Duke University ha lavorato ad un metodo per raddoppiare la durata della batteria dei dispositivi mobile, adottando una piccola modifica software alla tecnologia Wi-Fi. Quello della poca autonomia legata alla connessione senza fili è un problema a cui molte volte si è cercato di far fronte e negli ultimi anni si sono fatti molti progressi in tal senso: se tale soluzione avrà successo si potrà assistere ad un ulteriore passo in avanti.

Il sistema messo a punto dal ricercatore di nome Justin Manweiler, si chiama SleepWell e consiste in una tecnica per la gestione delle reti Wi-Fi che permette di ridurre fino al 51% il consumo energetico. Quando ci sono più dispositivi collegati ad una rete Wi-Fi, ogni device deve usare più energia e carica della batteria per trasmettere i dati e accedere ad Internet: SleepWell va a rilevare se ci sono altri dispositivi nella zona e va a mettere in pausa il segnale radio mentre il Wi-Fi aspetta di ricevere i dati.

In pratica, in certi contesti come ad esempio quando si è in zone con più access point attivi e più persone collegate, si hanno più di mille pause al secondo. SleepWell elimina questo problema, consentendo ad un dispositivo Wi-Fi di “dormire” mentre è in attesa, con chiari vantaggi sul risparmio energetico. Per far comprendere meglio il sistema, viene fatto un esempio esplicativo: Manweiler paragona ciò che accade per accedere ad una rete Wi-Fi ad una grande città trafficata. Quando i lavoratori lasciano i loro uffici in massa alla fine della giornata, intasano le strade e le linee ferroviarie; in questo caso il lavoratore è costretto ad aspettare, e SleepWell in un contesto simile permetterebbe di tenere accesa l’auto solo quando questa si muove realmente.

SleepWell può essere una soluzione importante per il futuro dei dispositivi mobile, soprattutto alla luce del sempre crescente utilizzo del Wi-Fi. Potrà essere utilizzato su qualunque device che disponga della tecnologia per la connessione senza fili, è stato mostrato al MobiSys 2011, ma ad oggi ancora non si sa quando e se verrà distribuito.

Fonte: Wall Street Journal • Via: Mobile Burn • Immagine: The cool gadgets • Notizie su: