QR code per la pagina originale

Aumentano le vendite di album musicali

Per la prima volta dal 2004, le vendite di album sono cresciute nel primo semestre del 2011. Un punto di svolta, forse, per il mercato musicale.

,

Nielsen ha pubblicato il report SoundScan che traccia l’andamento degli acquisti di album musicali sia nei negozi fisici che online. I risultati sono incoraggianti per l’industria musicale: per la prima volta, dal 2004, le vendite sono aumentate, anche se solo dell’1%. Considerando però anche i download di tracce singole, la percentuale sale fino al 3,6%.

Nel periodo 1999-2004 si è avuto un calo continuo delle vendite, che secondo le case discografiche è stato causato dall’aumento della pirateria online. In base ai dati raccolti da Nielsen, invece, nei primi sei mesi del 2011 sono stati venduti negli Stati Uniti 155,5 milioni di album con un incremento dell’1% rispetto ai 153,9 milioni di album dell’anno precedente. Un punto di svolta, quindi, segnato dalla prima timida inversione di tendenza dopo anni di declino continuo.

Ovviamente il maggiore contributo alla distribuzione è arrivato dalla musica digitale. Grazie ai negozi online, iTunes in particolare che controlla quasi il 70% del mercato statunitense, e ad Amazon MP3, sono stati venduti oltre 660 milioni di album con un aumento dell’11% rispetto allo stesso periodo del 2010.

Servizi basati sul cloud computing, come Google Music, Amazon Cloud Drive e Apple iCloud, quasi certamente permetteranno di incrementare ulteriormente le vendite di tracce digitali e di interi albumi musicali. Per anni le maggiori etichette discografiche hanno provato a convincere i governi di tutto il mondo sul fatto che bisognava trovare una soluzione definitiva contro la pirateria, attraverso l’approvazione di leggi più severe o attribuendo maggiori responsabilità agli Internet service provider: forse, dopo aver letto il report di Nielsen, sarà più chiaro a tutti che le nuove tecnologie possano essere un forte aiuto al business e che ad un MP3 scaricato non sempre corrisponde un acquisto mancato.

Fonte: TechCruch • Notizie su: ,