QR code per la pagina originale

App Store: Apple minaccia GetJar

Proprio mentre App Store giunge al suo momento di massimo splendore, Apple si trova invischiato in una guerra per la difesa del trademark.

,

Gli utenti Apple stanno usufruendo sempre più dell’App Store per acquistare applicazioni di ogni tipo. Il nome stesso del marketplace, però, è oggi sempre più al centro di una calda questione legale legata ad un trademark ormai preziosissimo.

Dopo quanto è accaduto nell’udienza preliminare contro Amazon, dove all’azienda è stata riconosciuta la possibilità di utilizzare la nomenclatura “AppStore” per il suo negozio virtuale, Apple ha ora iniziato ad agire contro GetJar. La società di San Mateo, California, è stata infatti invitata dal gruppo di Cupertino a smettere di utilizzare il termine “App Store” sul suo sito Web, ribadendo così la volontà di conservare il proprio trademark e di difenderlo dagli abusi che si vanno a compiere.

Apple suggerisce alla controparte di definire il proprio store con un nome del tipo “mobile download service” o “application dowload service”, ma la risposta della controparte non si è fatta attendere. Il CEO di GetJar, Ilja Laurs, ha infatti spiegato che continuerà ad utilizzare “App Store” perché ormai è stato costruito un forte business globale, in crescita, e il piano è pertanto quello di utilizzare il termine per descrivere ciò che si fa. Inoltre, spiega il CEO, «Questa mossa da parte di Apple è un’ulteriore prova del fatto che la compagnia tende ad agire come se fosse al di sopra della legge, e anche se siamo una delle più piccole società in questo segmento, non vogliamo essere vittime di bullismo da parte di Apple».

Una dura accusa, dunque, contro il gruppo di Cupertino proprio mentre il proprio App Store è in uno dei momenti di maggiore splendore. Il negozio ha di recente festeggiato i 15 miliardi di download e nel corso dell’ultimo anno gli utenti hanno comprato il 61% delle app in più, pagando in media il 14% in più per ognuna di queste. Un successo vero e proprio e, anche se l’App Store genera solamente l’1% dei ricavi totali della compagnia, senza di esso probabilmente Apple non sarebbe riuscita finora a vendere così tanti iPhone e iPad in pochissimo tempo. Difenderne il brand è pertanto oggi aspetto centrale nel modello di business avviato.

Fonte: PCMag • Via: CNN • Immagine: Webnews • Notizie su: