QR code per la pagina originale

Google plus cresce a dismisura: già venti milioni

Google plus cresce come nessun altro: tra pochi giorni saranno 20 milioni gli iscritti.

,

Dopo le prime settimane di effetto imbuto, con gli inviti che scarseggiavano e tanti curiosi all’ingresso, Google plus è ormai un missile. Tanto che ci sono le prime proiezioni statistiche, che se confermate farebbero della creatura di Big G il social network con lo sviluppo più veloce di sempre.

Le proiezioni sono di Paul Allen (solo un omonimo del cofondatore di Microsoft), che dalla sua esperienza con Ancestry.com ha elaborato il possibile numero degli iscritti a Google plus contando la crescita genealogica (il numero di certi cognomi di cui si conoscono le proporzioni rispetto alla popolazione totale): 9,5 milioni. Entro il fine settimana, probabilmente saranno già venti.

“Il numero di utenti in tutto il mondo di Google + ha raggiunto 7,3 milioni il 10 luglio, erano 1,7 il ??4 luglio: un aumento del 350 per cento in sei giorni! La base di utenti sta crescendo così rapidamente che è difficile per me tenere il passo. Più impressionante della crescita della scorsa settimana è la crescita sorprendente di utenti di lunedì, un salto del 30 per cento. Ciò suggerisce che 2,2 milioni di persone si sono unite a Google + in 32-34 ore.”

Questa crescita aumenta, ovviamente, anche la visibilità di questo sito e i suoi difetti. Vic Gundrota, vice presidente del dipartimento social a Mountain View, ammette che sono arrivate molte segnalazioni di errori e mancanze. Ci sarà molto lavoro da fare, ma pare che ci saranno novità già questo fine settimana.

Su Wired si sono anche portati avanti elencando una serie di accorgimenti (citando indirettamente la nostra segnalazione sui problemi delle cerchie).

Persino uno che dovrebbe far parte della concorrenza, Bill Gross, sviluppatore di app per Twitter, si dice convinto che siamo di fronte a un corridore olimpico:

“Il servizio è ottimo e opportuno. Le persone ci stanno lavorando come matti. Questo è già probabilmente il servizio più veloce da zero a un milione mai visto in Rete. Quando Facebook ha iniziato, e quando ha iniziato Twitter, in effetti quelle erano aziende piccole, mentre Google è enorme. Tuttavia, il prodotto è molto ben realizzato e un sacco di gente è seriamente colpita. L’anno prossimo darà il verdetto. Ci saranno buche lungo il cammino? Certo. Facebook e Twitter risponderanno con più innovazione? Naturale! Ma Google Plus è già abbastanza buono: c’è un vero vincente qui.”

La blogosfera si sta interrogando su questo particolare social network. Abbiamo visto come al momento non è adatto ai profili aziendali, e c’è chi mette in discussione le famigerate cerchie (per le quali da più parti si insiste per inserirvi un approccio algoritmico) eppure non smette di crescere. Tuttavia, c’è chi, guardando più in là, è convinto che il vero obiettivo di Google sia costringere Facebook ad aprire i suoi dati, piuttosto che superarlo.

Vada come vada, lo scopriremo presto. Intanto, c’è chi si prepara ad aggiornare la lista dei social più grandi del mondo, quelli superiori a cento milioni di utenti. Obiettivo non poi così lontano, di questo passo.

Notizie su: ,