QR code per la pagina originale

Tulalip: Microsoft prepara il suo social network?

Microsoft ha pubblicato (per errore?) una pagina Web che mostra un possibile servizio di social search in fase di sviluppo.

,

Due giorni fa, si è diffusa la notizia che Microsoft avrebbe acquistato il dominio socl.com per fare il suo ingresso nel mondo dei social network. Da poche ore questa ipotesi è stata in parte confermata dalla home page presente sul sito in questione che faceva riferimento ad un servizio di social search denominato Tulalip. Microsoft ha smentito prontamente dichiarando che si tratta di un progetto interno.

Il sito mostra al momento l’indicazione «Thanks for stopping by. Socl.com is an internal design project from a team in Microsoft Research which was mistakenly published to the web. We didn’t mean to, honest», che indica appunto un progetto in corso di sviluppo da parte di Microsoft Research. Dallo splash screen erroneamente pubblicato si possono comunque dedurre alcune ipotesi, iniziando così a tracciare quello che potrebbe essere l’esperimento in atto.

Il messaggio di benvenuto indicava che Tulalip è un servizio che permette di «trovare quello che ti serve e condividere ciò che sai in modo più facile che mai». L’utente quindi può cercare le informazioni sfruttando la sua rete di contatti, come confermato dalla possibilità di connettersi a Facebook e Twitter. Il link di Facebook non era attivo, mentre la pagina di autorizzazione per Twitter indicava la possibilità di leggere e postare tweet, di seguire o essere seguito da altre persone e di aggiornare il profilo.

Non è possibile conoscere le intenzioni di Microsoft, ovvero se si tratta di un tentativo per fare concorrenza a Facebook e a Google+, oppure se Tulalip sia un servizio che verrà integrato con Bing e Windows Phone, come lascia supporre l’interfaccia grafica stile Metro. Per adesso è solo un progetto di ricerca che potrebbe anche non avere un futuro, ma gli esperimenti in atto indicano quantomeno un’idea dietro al quale v’è un team al lavoro. Ed uno spioncino online attraverso cui curiosare.

Fonte: Search Engine Land • Notizie su: