QR code per la pagina originale

Apple contro HTC e Android: vinta l’udienza preliminare

,

HTC ha violato due dei dieci brevetti contestategli da Apple, riguardanti un sistema e un metodo per realizzare operazioni su una struttura dati e un sistema per l’elaborazione di segnali in tempo reale per le trasmissioni dati seriali. Lo ha deciso l’International Trade Commission (ITC) durante l’udienza preliminare tenutasi nelle scorse ore.

Solo la scorsa settimana, HTC aveva accusato Apple di voler spostare la concorrenza dal mercato ai tribunali, facendo chiaramente intendere come a Cupertino si sbagliassero e come non avesse infranto alcun brevetto. Le cose non sono andate proprio così e ora la produzione targata HTC potrebbe essere a rischio, così come il sistema operativo Android. Nessun dettaglio specifico è stato diffuso dal giudice Carl Charneski, ma la reazione del produttore asiatico non si è fatta attendere per molto ed è infatti stato reso noto che l’azienda si appellerà in giudizio prima che la sentenza divenga definitiva.

I brevetti violati sono quelli numero 5,946,647 e 6,343,263, due tecnologie utilizzate in modo improprio da HTC, per cui ora rischia di veder bloccate le importazioni dei propri dispositivi Android negli Stati Uniti. I danni coinvolgerebbero dunque non solo il produttore asiatico ma anche il sistema operativo mobile di Google, già obiettivo delle azioni legali di Microsoft che hanno costretto HTC a pagare delle royalty.

Notizie su: